EVOLUZIONE: FATTO O CREDO?



1 - Introduzione
2 - Il Metodo Scientifico
3 - Charles Robert Darwin
4 - Reazioni dei contemporanei al libro di Darwin
5 - Come ebbe inizio la vita?
6 - Probabilità del CASO
7 - Genotipo e Fenotipo
8 - La complessità cellulare
9 - Le mutazioni
10 - Il problema della Complessità Irriducibile
11 - Selezione ed estinzione
12 - Varietà nel pool genico
13 - Ricombinazione genetica
14 - Nuove specie?
15 - Ricapitolando


Introduzione


Descrizione dei due video
[SPOILER]
(Video a sinistra) La Teoria dell'Evoluzione è un fatto o una semplice credenza? Questo documentario cerca di rispondere alla domanda avvalendosi del contributo di 5 scienziati.
(Video a destra) Quali sono le implicazioni filosofiche della Teoria dell'evoluzione? Il professore Josef Seifert spiega perchè la Teoria dell'Evoluzione sia una povera spiegazione all'origine dell'uomo e di tutte le creature viventi.

Gli uomini di scienza presentati in questo programma sono solo alcuni delle parecchie migliaia che hanno raggiunto la conclusione che la teoria dell'evoluzione è davvero una favola per adulti.

La teoria dell'evoluzione può essere considerata una valida teoria scientifica? La conclusione non può che essere che:

la teoria dell'evoluzione non ha alcun fondamento scientifico.[/SPOILER]
Molti scienziati ed insegnanti hanno accettato questa teoria credendola un fatto scientificamente accertato. Ma quegli uomini di scienza che l'hanno studiata a fondo hanno trovato che la teoria dell'evoluzione non è una scienza, ma solo la convinzione di alcuni uomini.

Non è importante per voi che leggete che conosciate tutto riguardo le formule, non è importante che voi sappiate tutto di genetica e cose del genere, parlerò in maniera che tutti comprendano. Quindi rilassatevi, afferrate i principi base che è abbastanza.

Per gli scienziati, i dottori di medicina, i chimici etc in questa trattazione non entreremo nel profondo delle singole materie scientifiche, potremmo farlo, ma non è l'obbiettivo di questo articolo.

Tratterò in questo articolo la filosofia dietro la selezione naturale e la scienza dell'evoluzione in generale.

Ogni persona viene abituata sin dall’infanzia a credere ciecamente e acriticamente a determinati dogmi. Questi dogmi spesso contrastano con la realtà. Gli esperimenti condotti in Russia da specialisti in psicopolitica hanno dimostrato che ci vogliono da 20 a 30 anni per cambiare la mentalità di una comunità. Questo è il tempo minimo necessario per sostituire nelle nuove generazioni determinate convinzioni con altre e trasformarle in dogmi.(I)

È servito più di un secolo affinché la teoria dell’evoluzione entrasse a far parte della mentalità corrente.

Negli ultimi anni sempre più scienziati si sono allontanati dalla teoria dell’evoluzione per tornare alle idee pre-darwiniane. Tale inversione di corrente è dovuta ad una mancanza di riscontri obiettivi.

Molte delle prove addotte a favore della teoria dell’evoluzione si sono rivelate dei falsi. Alcuni esempi sono il Pitecantropo, l’uomo di Piltdown, l’uomo di Pekino e l’australopiteco, che sono stati spacciati per anni come fossili di transizione tra la scimmia e l’uomo, mentre in realtà erano o dei falsi o degli assemblamenti di specie diverse.(II)

Difendere strenuamente preconcetti privi di consistenza scientifica può essere devastante, come dimostra il caso del professor Reiner Protsch, che ha recentemente perso la cattedra per aver manipolato i dati a sua disposizione a favore della teoria dell’evoluzione.(III)



NOTE
(I) “The Brainwashing Manual, Synthesis of the Russian Textbook on Psychopolitics”.
(II) Michael A. Cremo, Richard L. Thompson, “Archeologia proibita”, Newton & Compton editori, 2002, pp. 189-252.
(III) “Corriere della Sera”, 20 febbraio 2005.