Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 65

Discussione: Protestantesimo

  1. #1

    Protestantesimo

    Continua da quì

    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio

    Perchè non stà ne in cielo ne in terra... non mi pare che Lutero, Calvino e company abbiano messo su compagnie e monopoli economici... mi pare abbiano solamente avuto parecchie rogne con il papato che dominava la sciena spirituale e politica... Poi uno può dire che l'hanno fatto per questioni di dieta, o di antagonismo calcistico o per motivi di scommessa...
    Sbaglio o oggi hai la possibilità di avere una Bibbia in casa? Prima potevi?....mmm no
    Pensaci sù...
    Alla borghesia che si stava sviluppando in quel periodo serviva una religione che andasse contro la chiesa, ecco la nascita del protestantesimo, ciò non dico che la causa sia solo questo, ma i motivi erano meno puri di quel che si pensa, i gesuiti e la borghesia sono sempre state storicamente rivali

  2. #2
    Citazione Originariamente Scritto da devhalan Visualizza Messaggio
    Alla borghesia che si stava sviluppando in quel periodo serviva una religione che andasse contro la chiesa, ecco la nascita del protestantesimo, ciò non dico che la causa sia solo questo, ma i motivi erano meno puri di quel che si pensa, i gesuiti e la borghesia sono sempre state storicamente rivali
    Scusa ma se proprio serviva una religione contro la chiesa perchè non abbracciare l'Islam?, o L'induismo?.. se dici che serviva una religione implichi forse che sia stata inventata una religione... quella cristiana?? Le Scritture sono del primo secolo Deva, com'è che fai questo salto temporale implicando che non fossero esistiti quindi veri cristiani in tutte queste epoche? Ma sbaglio ho la chiesa cattolica è ricolma di sangue di cristiani tipo i Valdesi... o altre popolazioni come gli ostrogoti di cui non abbiamo nulla della loro civiltà eccetto quello che ci raccontano i vincitori? E poi le profezie che ancora non hai compreso parlano di questo periodo oscuro... come potrebbero non affrontare un periodo così intenso di lotta contro la Parola di Dio?
    La borghesia è sempre esistita... si chiamavano conti, baroni, duchi, arciduchi... e poi c'erano gli artigiani, gli artisti, i pescatori, gli allevatori... diciamo che abbiamo una idea un po fiabesca, romanzesca delle epoche.
    Oggi abbiamo parlamentari, sindaci, presidenti di provincia di regione, grandi possidenti.... prima ti prendevano la decima, oggi ti prendono il 60% dello stipendio... il tutto è da ponderare Deva. Il protestantesiomo inteso come protesta nei confronti di Roma (Lutero e company ricorda erano cattolici... il protestantesimo è una protesta internaalla Chiesa, da parte di coloro che avevano accesso alle Scritture e vedevano che il sistema costruitovi attorno non quadrava) riscopre delle Scritture e le rende accessibili a tutti, e con la luce a disposizione di tutti i popoli hanno prosperato uscendo dal gioco papale. E' vero che la reazione cattolica più potente, non furono le armi anche se le impiegò... ma fù la controriforma gesuita, subdola, silenziosa, astuta, che infiltra a tutti i livelli, religiosi, politici ed economici, che fa cadere le teste e manipola gli eventi.
    E' vera infatti la prima parte del documento che mi hai inviato privatamente in cui vi è un piccolo cambiamento che, mentre le Scritture chiarificano il riferimento a Gesù il messia, torcendo il termine ma rispettando la grammatica il significato diventa generico e perde di potenza e può essere utilizzato assieme ad altri piccoli cambiamenti per storpiare la dottrina... è per questo che abbiamo tutte le rivedute in giro.. è per questo che il papa non si lamenta più della Bibbia in mano alle genti come prima...

  3. #3
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Scusa ma se proprio serviva una religione contro la chiesa perchè non abbracciare l'Islam?, o L'induismo?ù
    Perchè il cristianesimo è quella più vicina all' Europa


    E poi le profezie che ancora non hai compreso parlano di questo periodo oscuro... come potrebbero non affrontare un periodo così intenso di lotta contro la Parola di Dio?
    Intendi quando dice che tutti i mercanti vengono da babilonia?

    La borghesia è sempre esistita... si chiamavano conti, baroni, duchi, arciduchi... e poi c'erano gli artigiani, gli artisti, i pescatori, gli allevatori... diciamo che abbiamo una idea un po fiabesca, romanzesca delle epoche.
    I nobili erano di meno, i borghesi si sono sviluppati dal borgo delle città medioevali ed erano molto di più

    Oggi abbiamo parlamentari, sindaci, presidenti di provincia di regione, grandi possidenti.... prima ti prendevano la decima, oggi ti prendono il 60% dello stipendio... il tutto è da ponderare Deva. Il protestantesiomo inteso come protesta nei confronti di Roma (Lutero e company ricorda erano cattolici... il protestantesimo è una protesta internaalla Chiesa, da parte di coloro che avevano accesso alle Scritture e vedevano che il sistema costruitovi attorno non quadrava) riscopre delle Scritture e le rende accessibili a tutti, e con la luce a disposizione di tutti i popoli hanno prosperato uscendo dal gioco papale.
    Secondo me erano esistiti altri che avevano messo in luce questo aspetto, tu stesso avevi detto nel vecchio forum che in ogni epoca la parola di dio non si poteva cancellare, quindi in qualche modo l' accessibilità doveva esserci, Lutero e company hanno avuto la fortuna di servire agli interessi della borghesia

    E' vero che la reazione cattolica più potente, non furono le armi anche se le impiegò... ma fù la controriforma gesuita, subdola,
    silenziosa, astuta, che infiltra a tutti i livelli, religiosi, politici ed economici, che fa cadere le teste e manipola gli eventi.
    Non penso però che potevano manipolare tutta l' economia, indipendentemente dall' astuzia, quando c' è una classe sociale che plasma la materia essa ha un ruolo più efficace di chi usa controriforme

  4. #4
    Perchè il cristianesimo è quella più vicina all' Europa
    Geograficamente il nord africa islamico è più vicino a Roma dell'Inghilterra; se il motivo era creare una religione opposta allora si finanziava l'impero ottomano. Ma detto questo manchi proprio di comprensione generale. Innanzitutto il protestantesimo NON E' UNA RELIGIONE. Solo per questo cade tutto il tuo ragionamento.
    Coloro che protestarono contro Roma all'interno della chiesa volevano che si seguissero le Scritture e non la tradizione. Il protestantesimo non è quello che la tua mente semplicisticamente ed erroneamente immagina, non ha una struttura opposta all'istituzione romana. E' stato un movimento di protesta che ha permesso la diffusione della Bibbia a tutti, e tutti possono essere cristiani. umili, poveri, ricchi, re, principi, duchi, nobili di ogni tipo... quindi cade proprio il movente!! Il cristianesimo è una FEDE, la "religione" dei cristiani è GESU'. Quindi se poi questa corrente che ha diffuso nuovamente la luce nel mondo è stato infiltrato manipolato etc questo è un altro discorso... si poteva infatti protestare contro la chiesa cattolica per 1000 altre ragioni e lasciare la Bibbia di pertinenza di pochi dotti... quindi da dove le prendi queste letture della storia?
    Quando dici che "Alla borghesia che si stava sviluppando in quel periodo serviva una religione che andasse contro la chiesa", mi dici da quali fonti lo deduci? La borghesia aveva una sorta di sindacato? Aveva dei rappresentanti? Lutero era un Borghese che aveva interessi nel difendere il suo cetto forse? Dopo che fece quello che fece visse da borghese? Nei suoi scritti emerge che le sue attenzioni erano politiche? A me risulta che la lotta era SPIRITUALE... fammi sapere.

    Intendi quando dice che tutti i mercanti vengono da babilonia?
    no... comunque lasciamo perdere, aspetta il post.

    I nobili erano di meno, i borghesi si sono sviluppati dal borgo delle città medioevali ed erano molto di più
    Cosa vuol dire? perchè oggi i nobili non sono sempre in minoranza rispetto al borgo?
    Sin dagli egizi, passando per i fenici i romani e il papato abbiamo nella società mercanti più o meno ricchi, artigiani più o meno ricchi, artisti più o meno ricchi, poeti, pescatori, allevatori più o meno ricchi... e nobili come pur oggi, reali, come oggi, nel periodo egizio c'era il faraone sovrano sopra tutti, a Roma i cesari sovrani sopra tutti, nella Roma papale il papa sovrano sopra tutti. Al periodo di Gesù la Sua Parola dice che il Cesare non è Dio, dai a Cesare quel che è di Cesare e...Devha a Dio quello che è di DIo, il Regno di Dio che Gesù porta è SPIRITUALE! E durante il protestantesimo avviene la stessa cosa dai al pontefice quello che è del pontefice e a Dio quello che è di Dio... la Parola di Dio è di ogni singolo individuo quindi il fatto che il Pontefice oltre ad imporre il suo governo temporale tocca ciò che è del regno di Dio, ovviamente mette i cristiani difronte ad una scelta: Cesare o Dio? ...I figli di Dio seguono Dio. Il papa muove guerra agli "eretici" per impedire la diffusione delle Scritture e attacca tutti i sovrani che sono cristiani e difendono la libertà di divulgare le Scritture al di fuori del controllo di un autorità. Per questo lo scontro arriva sul piano militare... E ogni governo che si ispira ai valori cristiani ha in sè quelle libertà di cui oggi godiamo... e le classi sociali del sistema se ne avvantaggiano rispetto ad un potere centrale oppressivo... ma nessun sistema è perfetto. ma Dio si serve di tutti, poveri, ricchi, nobili reali... leggi la bibbia, non è una novità. Quindi non abbiamo la creazione per la prima volta di un ceto borghese di artigiani, commercianti etc... sono sempre esistiti, abbiamo forme di governo e legislazione differente... ovvero si passa dalla LEGGE CANONICA alla COMMON LAW. Quindi la creazione della borghesia non può essere la ragione per cui abbiamo il movimento di protesta... Biblicamente non ha rilevanza, perchè si può essere cristiani in un sistema monarchico, repubblicano.. quello che vuoi. Durante l'impero romano sia che vi fosse la dittatura o la repubblica i cristiani erano cristiani. Se avremo un governo comunista senza classi sociali i cristiani saranno sempre cristiani e i non cristiani quello che vogliono... quindi il tuo punto qual'è?

    Secondo me erano esistiti altri che avevano messo in luce questo aspetto, tu stesso avevi detto nel vecchio forum che in ogni epoca la parola di dio non si poteva cancellare, quindi in qualche modo l' accessibilità doveva esserci, Lutero e company hanno avuto la fortuna di servire agli interessi della borghesia
    Lutero era sacerdote cattolico, la protesta nasce all'interno della chiesa cattolica e l'inquisizione nasce per prima all'interno della chiesa cattolica per reprimere la dissidenza interna in quanto le persone avevano accesso più facilmente alle scritture. Il cristianesimo non ha niente a che fare con le classi sociali, nella bibbia non ti dice che un sistema è meglio di un altro ed il concetto di libertà biblico non è quello che hai tu. La Bibbia parla di libertà spirituale che tu sia in un sistema tirannico, comunista, capitalista, monarchico... ovviamente se un sovrano si converte al cristianesimo favorirà questa libertà mentre un altro re da un altra parte la reprimerà come ad esempio può succedere nella repubblica quando durante le repubblicche socialiste sovietiche la parola di Dio venne repressa... era una repubblica ed era socialista... Quindi non ti capisco: "Lutero servì gli interessi della borghesia" ...cosa vuol dire?? Cosa vuoi dire??


    Non penso però che potevano manipolare tutta l' economia, indipendentemente dall' astuzia, quando c' è una classe sociale che plasma la materia essa ha un ruolo più efficace di chi usa controriforme
    Cosa vuol dire??? "quando c' è una classe sociale che plasma la materia essa ha un ruolo più efficace di chi usa controriforme" Devha non ti capisco.. di cosa stai parlando??

  5. #5
    Geograficamente il nord africa islamico è più vicino a Roma dell'Inghilterra
    Culturalmente no però

    Sin dagli egizi, passando per i fenici i romani e il papato abbiamo nella società mercanti più o meno ricchi, artigiani più o meno ricchi, artisti più o meno ricchi, poeti, pescatori, allevatori più o meno ricchi.
    Le analogie storiche non sono le stesse

    Quando dici che "Alla borghesia che si stava sviluppando in quel periodo serviva una religione che andasse contro la chiesa", mi dici da quali fonti lo deduci?
    Engels

    I movimenti del 1847 : "Ci basta osservare che l'espulsione dei gesuiti con i loro affiliati, questi avversari organizzati dei borghesi"

    Ludovico Fuerbach : "Nel Me-
    dioevo, nella misura in cui il feudalesimo si sviluppava, il cristianesimo si
    trasformava nella religione corrispondente al feudalesimo con una corrispon-
    dente gerarchia feudale. E quando sorse la borghesia, in opposizione al catto-
    licismo feudale si sviluppò l’eresia protestante, dapprima nella Francia meri-
    dionale con gli albigesi, nel periodo di maggior fioritura delle città in quella
    regione. Il Medioevo aveva annesso tutte le altre forme di ideologia, - la filo-
    sofia, la politica, la giurisprudenza, - alla teologia; ne aveva fatto dei capitoli
    della teologia. In questo modo esso costrinse ogni movimento sociale e poli-
    tico a prendere una forma teologica. Agli animi delle masse nutriti esclusi-
    vamente di religione si dovevano presentare i loro stessi interessi in un trave-
    stimento religioso, se si voleva provocare una grande tempesta. E come la
    borghesia generava, agli inizi, una appendice di plebei di città nullatenenti,
    non appartenenti a nessun ordine riconosciuto, un’appendice di giornalieri e
    di gente di servizio di ogni genere, precursori del futuro proletariato, così an-
    che l’eresia si divide sin dall’inizio in una eresia borghese moderata e in una
    eresia plebea rivoluzionaria, aborrita dagli stessi eretici borghesi.
    L’impossibilità di estirpare l’eresia protestante corrispondeva alla invincibili-
    tà della borghesia in sviluppo. Quando questa borghesia si fu abbastanza raf-
    forzata, la sua lotta contro il feudalesimo, che prima era stata prevalentemen-
    te locale, incominciò a prendere delle dimensioni nazionali. La prima grande
    azione ebbe luogo in Germania, e fu la cosiddetta Riforma. La borghesia non
    era ancora né abbastanza forte né abbastanza sviluppata per poter riunire sot-
    to la sua bandiera gli altri ordini ribelli: i plebei delle città, la nobiltà di rango
    Pag. 41
    inferiore e i contadini. La nobiltà venne dapprima battuta; i contadini si sol-
    levarono in una insurrezione che fu il punto culminante di tutto questo m
    o-
    vimento rivoluzionario; le città li abbandonarono, e così la rivoluzione soc-
    combette agli eserciti dei principi terrieri che ne raccolsero tutto il guadagno.
    Da allora la Germania scompare per tre secoli dal novero dei paesi che espli-
    cano nella storia un’azione indipendente. Ma accanto al tedesco Lutero si era
    levato il francese Calvino. Con perspicacia tutta francese egli pose in primo
    piano il carattere borghese della Riforma, repubblicanizzò e democratizzò la
    Chiesa. Mentre la Riforma luterana degenerava e mandava in rovina la Ger-
    mania, la Riforma calvinista servì di bandiera ai repubblicani a Ginevra, in
    Olanda, in Scozia, liberò l’Olanda dalla Spagna e dall’Impero tedesco e fornì
    la veste ideologica pel secondo atto della rivoluzione borghese, che si svolse
    in Inghilterra. In questo paese il calvinismo si affermò come il vero travesti-
    mento religioso degli interessi della borghesia di quel tempo, e perciò, quan-
    do la rivoluzione del 1689 si chiuse con un comprom
    esso di una parte della
    nobiltà con la borghesia, esso non arrivò ad essere pienamente riconosciuto.
    La Chiesa di Stato inglese venne restaurata, ma non nella sua forma anteriore,
    come cattolicismo avente per papa il re, ma fortemente calvinizzata. La vec-
    chia Chiesa di Stato aveva solennizzato la gioiosa domenica cattolica e com-
    battuto la noiosa domenica calvinista; la nuova Chiesa imborghesita introdus-
    se quest’ultima domenica, e ancor oggi essa abbellisce l’Inghilterra.
    In Francia nel 1685 la minoranza calvinista venne schiacciata, cattolicizzata o
    messa al bando: ma con quale risultato? Già allora era in piena attività il libe-
    ro pensatore Pierre Bayle; e nel 1694 nasceva Voltaire. Le misure di violenza
    di Luigi XIV resero soltanto più facile alla borghesia francese di fare la sua
    rivoluzione in una forma irreligiosa, esclusivamente politica, la sola che si
    convenga alla borghesia sviluppata. Invece di protestanti sedettero nelle As-
    semblee nazionali dei liberi pensatori. Con ciò il cristianesimo era entrato nel
    suo ultimo stadio, era diventato incapace di servire ancora a una qualsiasi
    classe progressiva come travestimento ideologico delle sue aspirazioni. Esso
    diventò sempre più possesso esclusivo delle classi dominanti, e queste lo im-
    piegano unicamente come mezzo di governo, per mantenere sotto il giogo le
    classi inferiori. Ognuna delle diverse classi, quindi, utilizza la religione che le
    corrisponde. L’aristocrazia fondiaria, il gesuitismo cattolico o l’ortodossia
    protestante; la borghesia liberale e radicale, il razionalismo; e non ha nessuna
    importanza il fatto che i signori credano o non credano alle loro rispettive re-
    ligioni".

  6. #6

    Cool

    Culturalmente no però
    Culturalmente no ma ricorda che il papato era un impero non solo religioso ma politico e militare. Comunque sia avresti dovuto rispondere al resto del messaggio. Perchè la tua tesi manca proprio alla base: Il protestantesimo non è una religione. Diffondendo le scritture col motto "sola scriptura" Devha non crei una religione a sostegno di un nuovo ceto sociale dominante come la tua tesi propone... perchè non è quello che insegnano le Scritture! Mai troverai tali insegnamenti, troverai l'opposto... storie di Re-profeti che governano ispirati da Dio nel nome di Dio... Tutte le cose che dici sono una interpretazione terza messa dentro gli eventi in questione. Ricorda: la tua tesi di fondo è questa: "Alla borghesia che si stava sviluppando in quel periodo serviva una religione che andasse contro la chiesa, ecco la nascita del protestantesimo."
    Renditi conto di quello che affermi, anche se poi dopo aver lanciato la pietra tiri indietro un pochino la mano: "non dico che la causa sia solo questo, ma i motivi erano meno puri di quel che si pensa, i gesuiti e la borghesia sono sempre state storicamente rivali"

    Come può un movimento di protesta nato entro il cattolicesimo per motivi dottrinali il cui risultato più alto fu la diffusione capillare delle Scritture in lingua volgare (in un periodo in cui era vietato possedere una Bibbia) il cui motto è Sola Scriptura, supportare la tua tesi, se le Scritture non la supportano? Come se volessi supportare la nascita del capitalismo col trattato di Marx... pensaci sù...


    Le analogie storiche non sono le stesse
    Beh allora spiegamele tu, fammi capire

    Engels

    I movimenti del 1847 :
    Ludovico Fuerbach :
    E' ovvio che questa tue visione proveniva da una scuola di pensiero ben precisa Devha, e tu non fai altro che scegliere il materiale in base alla tua adesione ideologica e ti fai raccontare il fenomeno del protestantesimo da Ludovico Fuerbach, che ricordiamo per chi non lo sapesse fù un filosofo tedesco appartenente alla sinistra Hegeliana. Bene.. Andarti a leggere direttamente gli ispiratori della protesta no?? Comunque...

    Fuerbach afferma:
    « Siamo situati all'interno della natura; e dovrebbe essere posto fuori di essa il nostro inizio, la nostra origine? Viviamo nella natura, con la natura, della natura e dovremmo tuttavia non essere derivati da essa? Quale contraddizione! »
    (Ludwig Feuerbach, Essenza della religione)

    La natura per Fuerbach è più in generale il mondo da cui l'uomo dipende: tale dipendenza si manifesta all'uomo sotto forma di bisogno. Proprio dalla difficoltà di soddisfarlo nasce la religione.

    Egli fù uno dei più grandi critici delle religioni. Secondo lui la religione è appunto l'oggettivazione dei bisogni e delle aspirazioni dell'uomo, la proiezione di essi in un ente immaginario, che viene considerato indipendente dall'uomo e nel quale tali aspirazioni si trovano pienamente realizzate idealmente. Dio dunque non è altro che l'oggettivazione ideale dell'essenza dell'uomo che in Dio rispecchia se stesso. Solo con la filosofia l'uomo può giungere a piena consapevolezza di ciò secondo il filosofo.

    Ora, il Protestantesimo nasce attorno al 1500 tu mi parli del Protestantesimo attraverso "I movimenti del 1847" di Friedrich Engels... Ti sembra un modo serio per comprendere il fenomeno del protestantesimo? Seriamente Devha... un libro con evidenti inferenze politiche volte a sostenere ideologie socialiste sullo sfondo della visione teogonica di Fuerbach ... E tu hai deciso di aderire a questa visione storica http://www.pmli.it/engelsmovimenti1847.htm ok.. se pensi di comprendere il protestantesimo attraverso il pensiero di Fuerbach fai pure, però fallo con consapevolezza che stai aderendo ad una scuola di pensiero ben precisa.

    Detto questo è ovvio che la tua visione è influenzata dall'ideologia che tende a riportare il fenomeno protestante su di un piano strettamente sociale e di classe.. perchè questo è lo scopo del libro basato sulla teogonia di Fuerbach. Purtroppo per te e Fuerbach, le Scritture smantellano questa visione, non la supportano, e il protestantesimo si basa sulla riscoperta e diffusione delle Scritture. Nemmeno le fonti prime, gli scritti di Lutero ad esempio ci presentano la realtà che viene appioppata posteriormente da questi saccenti filosofi.

    Il 31 ottobre del 1517 Lutero emanò 95 enunciati (o "tesi") contro le indulgenze papali, scatenando la reazione della chiesa cattolica. Il pontefice gli scrisse, chiedendogli di ritrattare le sue idee. Lutero, come gesto di rifiuto, bruciò pubblicamente la bolla papale.
    In seguito a questi fatti anche l'imperatore Carlo V, nel timore di una scomunica o per via della sua ferrea morale cattolica, gli intimò di rinnegare le sue convinzioni, senza però ottenere nulla.
    Il monaco tedesco fu salvato dalla condanna a morte solo grazie all'intervento di un suo amico principe. Ciononostante, cominciò a girovagare per la Germania con lo scopo di diffondere la sua dottrina, che venne ben accolta sia dai nobili che dalle persone più umili.

    La risposta del Papa all'inarrestabile propagarsi delle dottrine di Lutero è organizzata nella Controriforma


    L'ordine dei Gesuiti venne fondato a Parigi nel 1534 da Ignazio di Loyola. L'ordine venne approvato da papa Paolo III con la bolla Regimini militantis ecclesiae (27 settembre 1540).
    I gesuiti osservano il voto di totale obbedienza al papa.

    La teoria che presenti è infondata nelle sue concezioni base ed è propaganda il cui compito è quello di demonizzare il movimento di riscoperta delle Scritture e delle profezie bibliche, inserendolo in un semplice processo di evoluzione sociale, di classe dell'uomo a fini ideologici, politici che si serve a tale scopo della religione. Quì si inserisce il ruolo depistante dei Gesuiti che non sono altro che il vecchio ordine dei Templari che sono gli antesiniani del socialismo mondiale, che infiltrano il movimento lo cavalcano e lo dirottano entro i binari della rivoluzione sociale.... e da quì abbiamo l'istituzionalizzazione di molte denominazioni protestanti, il loro utilizzo per fini politici e sociali etc.. fino a quello che vediamo oggi. Ma il protestantesimo nasce come riscoperta delle Scritture e delle profezie non viceversa.

  7. #7
    Devhalan, scusa la mia intromissione, ma ti consiglierei di leggerti questo istruttivo quanto interessante libretto sulla storia del protestantesimo di Massimo Rubboli, dal titolo: I PROTESTANTI da Lutero alle chiese, ai movimenti evangelici del nostro tempo. Ciao

  8. #8
    Il fatto che Devha, (influenzato dal socialismo templare di Fuerbach) rappresenti il protestantesimo (quindi la riscoperta di mettere la Parola di Dio alla base della nostra vita) come un mero strumento del cetto borghese emergente per guadagnare potere e posizione sociale in opposizione alla chiesa cattolica dominante, oltre ad essere propaganda asservita all'ideologia comunista, è propaganda che scredita il contenuto delle Scritture, che confonde termini come religione e fede, che li ridefinisce in chiave teogonica, che esalta la filosofia umanistica, che pone la concezione dei diritti umani al posto della legge di Dio, che nel momento in cui un sistema dominato da una società borghese viene demonizzato dagli oppositori per le disparità sociali o altro che magari si porta dietro, automaticamente tali difetti vengono accomunati ai valori cristiani che ad esso vengono associati portando a demonizzare il cristianesimo stesso, travisato come istituzione religiosa al servizio del potere temporale.... ragionateci su

  9. #9
    "Noi dichiariamo solennemente (protestamur) dinnanzi a Dio...e davanti a tutti gli uomini che non siamo in alcun modo disposti ad accettare un'imposizione estranea a Dio, alla sua Parola, alla nostra coscienza e alla salvezza delle nostre anime"
    MARTIN LUTERO

  10. #10
    Citazione Originariamente Scritto da Mark Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti
    Ciao Mark benvenuto, apriti un tread e presentati là che questo è quello di un altro utente, così ogniuno ha il suo Basta che vai su Presentazioni e apri una nuova discussione

Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •