Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 65

Discussione: Protestantesimo

  1. #51
    quello che c' è in piccola scala vale anche in larga scala, quella del governo centrale applicato al socialismo è una cosa tua, la storia l' ha sempre fatta la classe dominante, pretendi dalle loro analisi ricavare cos' è il vero socialismo
    Il fine è sempre lo stesso, fare in modo che i beni essenziali siano in condivisione, all' epoca degli apostoli non c' era il capitalismo come c' è ora
    Io non parlo del socialismo che esiste nella tua mente, perchè non esiste, te la suoni e te la canti...
    Il fine del socialismo è imporre la politica sociale, imporre la beneficenza, imporre i sentimenti a discapito della legge di Dio. Ma forse chissà un giorno ci arriverai a capire che la libertà non è un dono negoziabile... nessuno mi può obbligare a fare beneficenza o essere caritatevole caro Devha. All'epoca degli apostoli certo che c'era il capitalismo, c'era l'accumulo di capitali, c'erano le leggi che regolavano le prestazioni di lavoro, le buone uscite, c'erano i proprietari e i servitori, c'erano i parametri per valutare i terreni, come calcolarne il prezzo, la regolamentazione dei prestiti, quando applicare gli interessi, leggiti questo articolo ad esempio o studiati il levitico ma smettila di inventare, di tirare ad indovinare, cosa sono questi capricci? Stai riempendo la discussione di commenti superflui che avresti evitato se prima di rispondere avessi riflettuto e ricercato.

    E la chiave di lettura la decidono i protestanti, gente che certamente era allo stesso livello degli apostoli ( che ricordiamo erano illuminati dallo spirito santo grazie a gesù fino alla fine della loro vita ) e di gesù e a differenza dei cattolici erano indipendenti a ogni manipolazione di satana
    Chi sono i protestanti? Quali protestanti? Forse intendevi dire i cristiani... forse no? uno può essere protestante ma non in armonia con le Scritture, uno può essere protestante a parole per tradizione ma rinnegare l'amore di Dio ... parli per stereotipi, senza generalizzare a casaccio sembra che non riesci a fare un ragionamento.

    Quanndo c' è una classe ( la borghesia ) che manipola la realtà in modo tale che sia tutto a suo vantaggio, cosa puoi fare? abbatterla
    Non so... dici tutto e il contrario di tutto, fai tutto da solo e poi dai la colpa della tua confusione alla Borghesia? Ma il socialismo di Marx era solo economia? era politica? era società? era tutto era niente... Dai risposte a cui non trovo un senso, non segui il filo logico del discorso, ma lo fai di proposito? Cos'hai risposto adesso?

    Dimmelo allora quali sono queste menti, e dall' inizio del thread che ti chiedo quali sono i legami tra l' origine del socialismo e la massoneria e non me li hai dati a parte qualche dichiarazione di Tommaso d' Aquino, allora io prendo qualche dichiarazione di Platone anche lui parla di cose in comune, ha inventato lui il comunismo!!!
    Adesso rileggiti la discussione dall'inizio e segnati i nomi che ti ho dato, e accontentati di quelli altrimenti il tuo cervello implode. Chi cerca trova Devha da ora arrangiati per ogni nome che ti posso dare otterrei comunque la stessa risposta che hai dato ora per Tommaso D'Aquinio. Non ha senso che io argomento spendendo tempo e tu mi dai risposte superficiali e istintive.
    Platone era un iniziato pure lui. Apparteneva anche lui a organizzazioni esoteriche oggi si chiamano ordini massonici, rosacrociani etc hai scoperto l'acqua calda??
    Ti ho dato tanti collegamenti tu non ti preoccupare, esiste gente un pelo più scaltra e assennata a cui questa discussione spero aprirà gli occhi... Tu sei il prodotto dell'indottrinamento mediatico, ragioni per stereotipi parli a tipo rappresentante di sezione alla riunione di rifondazione comunista, come esci dallo stereotipo ti perdi ed io non mi starò di certo a perdere dietro te e la tua confusione. Tu che parli di socialismo di Marxismo, di Cristianesimo non fai testo per nessuno degli argomenti citati. Sono pagine di commenti che non cacci una singola informazione, un singolo ragionamento interessante da cui poter trarre spunto di approfondimento o riflessione, ci sei solo tu che dici una cosa, poi il suo contrario e quando non sai che dire è colpa della borghesia ... va bene... continua a personificare le classi sociali, continua a ragionare come un ultras di partito continua a decontestualizzare, a distorcere, a inventare, se pensi di trarne giovamento auguri

  2. #52
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Ma io non parlo del socialismo che esiste nella tua mente, perchè non esiste e mai esisterà anche perchè sei l'unico che lo conosce, te la suoni e te la canti...
    Il fine del socialismo è imporre la politica sociale, imporre la beneficenza, imporre i sentimenti a discapito della legge di Dio. Ma forse chissà un giorno ci arriverai a capire che la libertà non è un dono negoziabile... nessuno mi può obbligare a fare beneficenza o essere caritatevole caro Devha.
    Marx è chiaro a riguardo, il socialismo verrà dalla classe oppressa e sfruttata non dalla classe che ha oppresso e sfruttatrice, quindi anche se i massoni sono rivali della borghesia per la loro condizione non può venire da loro il vero socialismo ( o almeno non solo da loro ), se non sei un proletario ( che al giorno d' oggi non vuol dire essere un operaio perchè la maggior parte sono stati assorbiti dalla società capitalista ) nemmeno tu puoi capire cos' è il socialismo

    C'era l'accumulo di capitali c'erano le leggi che regolavano le prestazioni di lavoro, le buone uscite, c'erano i proprietari e i servitori, c'erano i parametri per valutare i terreni, come calcolarne il prezzo, la regolamentazione dei prestiti, quando applicare gli interessi, leggiti questo articolo ad esempio o studiati il levitico ma smettila di parlare delle cose che non conosci, smettila di inventare, di tirare ad indovinare sembri un bambinetto capriccioso, stai riempendo la discussione di commenti superflui che avresti evitato se avessi messo il sedere nella sedia e prima di rispondere avresti riflettuto e ricercato.
    Bene, era lo stesso capitalismo che si basava sull' alienazione, il plusvalore e la divisione del lavoro? Marx non ha mai detto che prima non c' erano le società di capitali, ma quasi tutto il contenuto dei trattati di Marx erano incentrati sul capitalismo sviluppato dalla rivoluzione industriale in poi, si chiama capitalismo proprio perchè è una degenazione della società di capitali

    Sono allibito dalle tue risposte: dici tutto e il contrario di tutto, fai tutto da solo e poi dai la colpa della tua demenza argomentativa alla Borghesia? Ma il socialismo di Marx era solo economia? era politica? era società? era tutto era niente... ma ti leggi quando rispondi? Dai risposte senza senso, non segui il filo logico del discorso, ma lo fai apposta o hai proprio delle carenze? cvos'hai risposto adesso? Che c'è lo spirito di Marx che ti ossessiona??
    Questi giochetti retorici che usi non funzionano

    Ti ho dato tanti collegamenti tu non ti preoccupare, esiste gente un pelo più scaltra e assennata di te a cui questa discussione aprirà gli occhi... Tu sei il prodotto dell'indottrinamento mediatico, ragioni per stereotipi parli a tipo rappresentante di sezione alla riunione di rifondazione comunista, come esci dallo stereotipo ti perdi ed io non mi starò di certo a perdere dietro te e la tua mente contorta. Tu che parli di socialismo di Marxismo, di Cristianesimo non fai testo per nessuno degli argomenti citati. Sono pagine di commenti che non cacci una singola informazione, un singolo ragionamento interessante da cui poter trarre spunto di approfondimento o riflessione, ci sei solo tu che dici una cosa, poi il suo contrario e quando non sai che dire è colpa della borghesia ... va bene... continua a personificare le classi sociali, continua a ragionare come un ultras di partito continua a decontestualizzare, a distorcere, a inventare, se pensi di trarne giovamento auguri
    Tanto non è il numero di parole o argomentazioni a stabilire se una cosa è vera o falsa

    ( sopratutto quando almeno la metà non sono contenuto ma fatte per soggiogare l' interlocutore )

  3. #53
    Marx è chiaro a riguardo, il socialismo verrà dalla classe oppressa e sfruttata non dalla classe che ha oppresso e sfruttatrice, quindi anche se i massoni sono rivali della borghesia per la loro condizione non può venire da loro il vero socialismo ( o almeno non solo da loro ), se non sei un proletario (che al giorno d' oggi non vuol dire essere un operaio perchè la maggior parte sono stati assorbiti dalla società capitalista ) nemmeno tu puoi capire cos' è il socialismo
    Mi lasci sempre di stucco con le tue risposte Devha... Non capisco cosa centri con la mia frase che hai citato comunque forse non hai capito bene che la massoneria non è una classe sociale ma è trasversale alle classi sociali. Ci puoi trovare il pittore massone come il banchiere o il medico o l'operaio o il filosofo... Non sai di che parli... lo stesso Marx era un borghese caro Devha...
    Chi è il proletario Devha?

    Bene, era lo stesso capitalismo che si basava sull' alienazione, il plusvalore e la divisione del lavoro? Marx non ha mai detto che prima non c' erano le società di capitali, ma quasi tutto il contenuto dei trattati di Marx erano incentrati sul capitalismo sviluppato dalla rivoluzione industriale in poi, si chiama capitalismo proprio perchè è una degenazione della società di capitali
    Il concetto di alienazione trascende un particolare periodo storico, l'alienazione, termine che Marx recupera da Hegel, è il "diventare altro", il "cedere ad altri ciò che è proprio":
    "l'alienazione dell'operaio nel suo prodotto significa non solo che il suo lavoro diventa un oggetto, qualcosa che esiste all'esterno, ma che esso esiste fuori di lui, indipendente da lui, a lui estraneo, e diviene di fronte a lui una potenza per sé stante; significa che la vita che egli ha dato all'oggetto gli si contrappone ostile ed estranea"
    Karl Marx, Manoscritti, cit., p. 72

    Caratteristica del genere umano è il lavoro, che lo differenzia dall'animale, e gli consente di istituire un rapporto con la natura attraverso cui si appropria della natura stessa
    Karl Marx, Manoscritti, cit., p. 75

    L'unità organica dell'umanità, che si realizza nell'attività e nei rapporti sociali, è frantumata dalla proprietà privata, la quale separa l'uomo dalle sue attività e dai prodotti di esse.Se la proprietà privata è quindi l'espressione della vita umana alienata, la soppressione di essa e dei rapporti sociali che la generano e la tutelano non è che la soppressione di qualsiasi alienazione. Il comunismo è l'eliminazione dell'alienazione, quindi della proprietà privata.

    Ora spiegami ad esempio che cosa ne sarà dell'arte ad esempio... se io sono un pittore creo qualcosa di unico, esso è il frutto delle mie personali capacità che generano un prodotto che ha un valore che coinvolge sentimenti etc e che riguardano personalmente l'autore... tale prodotto è proprietà privata... ed ha un valore che può essere anche in un sistema comunista quantificato ad esempio in rapporto ad altre opere d'arte e anche di differente arte generando un mercato. Il comunismo concettualmente impedisce lo sviluppo dell'arte che produce dei prodotti che generano proprietà privata, affetto, valore, appetibilità..
    Prendiamo gli animali... possiamo avere cani della stessa razza che hanno capacità, abilità, intelligenza e bellezza differente e che quindi generano appetibilità, affetto proprietà privata che pone gli individui a possedere animali dal valore disparitario... non potremo possedere un animale, come ci si comporterebbe?
    La famiglia, oggi abbiamo la patria potestà, nella società comunista questa non può sussistere, infatti è lo stato che si sostituisce al nucleo familiare e che si occupa dell'istruzione, dei valori dell'individuo che devono essere quelli che il sistema definisce universali.. le famiglie sono un problema per il sistema comunista...
    Marx riprende inoltre l'interpretazione di Feuerbach dell'alienazione religiosa che egli tuttavia estende all'ambito economico individuato come fondamento di tutte le alienazioni umane:

    « L'estraneazione religiosa avviene solo nella sfera della coscienza, dell'interiorità umana; l'estraneazione economica è invece l'estraneazione della vita reale, per cui la sua soppressione abbraccia entrambi i lati. »

    Feuerbach afferma:
    « Siamo situati all'interno della natura; e dovrebbe essere posto fuori di essa il nostro inizio, la nostra origine? Viviamo nella natura, con la natura, della natura e dovremmo tuttavia non essere derivati da essa? Quale contraddizione! »
    (Ludwig Feuerbach, Essenza della religione)

    Automaticamente col comunismo non c'è assolutamente spazio per una visione differente della società, il Cristianesimo che è agli antipodi di questa concezione non può sussistere, ecco perchè Stalin reprime i cristiani, impone l'evoluzionismo Darwiniano nelle scuole e vieta il creazionismo. Infatti Marx non è timido nell'affermare che la religione è «il gemito della creatura oppressa, l'animo di un mondo senza cuore, così come è lo spirito d'una condizione di vita priva di spiritualità. Essa è l'oppio dei popoli», offusca i sensi nel rapporto con la realtà, è un inganno che l'uomo perpetra a se stesso. Incapace di cogliere le motivazioni della propria condizione l'uomo la considera come dato di fatto (causa del peccato originale) cercando consolazione e giustificazione nei cieli religiosi.
    Karl Marx, Introduzione, cit., p. 395.

    Il soggetto dell'emancipazione umana sarà il proletariato, classe in cui l'essenza dell'uomo è andata completamente perduta e che per ciò stesso può riappropriarsene. Occorre rendere cosciente il proletariato di aver perso la sua essenza e quindi del suo scopo rivoluzionario. In questo modo la filosofia, la teoria diventano realizzabili praticamente e il proletariato diventa «il vero erede della filosofia classica tedesca»
    Karl Marx, Introduzione, cit., pp. 410-412.

    Quindi attraverso atti rivoluzionari che non sono atti d'amore Devha a quanto mi risulta questo proletariato ha tra i compiti quello di espropriare (rubare con la forza) la proprietà ed estinguere le religioni che non siano naturalistiche.. ed ecco che abbbiamo spazio esclusivamente per la Religione di Gaia, della Madre Terra, della Dea Madre. Cosa propone lo Zeitgeist Movement? Esattamente la stessa cosa, la teosofia che è una branca della massoneria è la filosofia e religione della società comunista. La filosofia comunista è Luciferina.

    Questi giochetti retorici che usi non funzionano
    Giochetti retorici? Lasciamo che siano le persone a giudicare

    Tanto non è il numero di parole o argomentazioni a stabilire se una cosa è vera o falsa

    ( sopratutto quando almeno la metà non sono contenuto ma fatte per soggiogare l' interlocutore )
    Appunto non è il numero delle parole, è il contenuto, quello che a te manca del tutto e per affrontare tali temi occorre argomentare, e per argomentare bisogna conoscere... tu non conosci, non argomenti, dici tutto e il suo contrario, generalizzi, ragioni per stereotipi, hai gravi lacune, distorci le fonti... però persisti e non ti correggi... indipendentemente dal credo è il metodo che utilizzi precario e fallace

  4. #54
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Mi lasci sempre di stucco con le tue risposte Devha... Non capisco cosa centri con la mia frase che hai citato comunque forse non hai capito bene che la massoneria non è una classe sociale ma è trasversale alle classi sociali. Ci puoi trovare il pittore massone come il banchiere o il medico o l'operaio o il filosofo... Non sai di che parli... lo stesso Marx era un borghese caro Devha...
    Ma ci sono operai che arrivano ai gradi principali?

    Chi è il proletario Devha?
    Quelli che non hanno niente da perdere tranne le loro catene, e tutto da guadagnare




    Ora spiegami ad esempio che cosa ne sarà dell'arte ad esempio... se io sono un pittore creo qualcosa di unico, esso è il frutto delle mie personali capacità che generano un prodotto che ha un valore che coinvolge sentimenti etc e che riguardano personalmente l'autore... tale prodotto è proprietà privata... ed ha un valore che può essere anche in un sistema comunista quantificato ad esempio in rapporto ad altre opere d'arte e anche di differente arte generando un mercato. Il comunismo concettualmente impedisce lo sviluppo dell'arte che produce dei prodotti che generano proprietà privata, affetto, valore, appetibilità..
    Prendiamo gli animali... possiamo avere cani della stessa razza che hanno capacità, abilità, intelligenza e bellezza differente e che quindi generano appetibilità, affetto proprietà privata che pone gli individui a possedere animali dal valore disparitario... non potremo possedere un animale, come ci si comporterebbe?
    La famiglia, oggi abbiamo la patria potestà, nella società comunista questa non può sussistere, infatti è lo stato che si sostituisce al nucleo familiare e che si occupa dell'istruzione, dei valori dell'individuo che devono essere quelli che il sistema definisce universali.. le famiglie sono un problema per il sistema comunista...
    Marx riprende inoltre l'interpretazione di Feuerbach dell'alienazione religiosa che egli tuttavia estende all'ambito economico individuato come fondamento di tutte le alienazioni umane:

    « L'estraneazione religiosa avviene solo nella sfera della coscienza, dell'interiorità umana; l'estraneazione economica è invece l'estraneazione della vita reale, per cui la sua soppressione abbraccia entrambi i lati. »
    La stessa arte farebbe parte di quella che si chiama sovrastruttura in cui le idee, le produzioni culturali, la religione, filosofia, politica e diritto non si generano indipendentemente ma sono anch' esse il prodotto di determinati tipi di organizzazione economica e sociale. La stessa arte viene limitata dai modi di produzione con cui gli uomini producono la loro vita materiale, quindi da essa bisogna partire. Tuttavia il rapporto tra sviluppo della produzione materiale e produzione artistica non è del tutto parallelo, le stesse produzioni culturali e intellettuali possono agire sulla struttura e sulla vita reale degli uomini
    Esattamente la stessa cosa, la teosofia che è una branca della massoneria è la filosofia e religione della società comunista. La filosofia comunista è Luciferina.
    Fammi capire meglio, cosa intendi quando dici che la filosofia comunista è luciferina?

    Appunto non è il numero delle parole, è il contenuto, quello che a te manca del tutto e per affrontare tali temi occorre argomentare, e per argomentare bisogna conoscere... tu non conosci, non argomenti, dici tutto e il suo contrario, generalizzi, ragioni per stereotipi, hai gravi lacune, distorci le fonti... però persisti e non ti correggi... indipendentemente dal credo è il metodo che utilizzi precario e fallace
    Tanto dici a tutti così, non è forse il tuo metodo assolutistico che ha dei limiti? uno può scrivere 100000 parole ma non accorgersi che quello è un suo pensiero personale , che magari genera anche 1000 discussioni ma non portano alla verità, uno può scrivere 2 righe ma in esse riflettere l' oggettività

    Ora dopo che per ripetute volte detto che mi baso solo sulle analisi economiche di Marx e non su quello ha detto su dio non serve che la colleghi alla teosofia perchè il socialismo si basa sull' analisi del processo storico e delle condizioni reali che porteranno a sconfiggere il capitalismo non su altro

    sei marxista
    Poi sono io che ragiono per stereotipi dopo che ho detto 100 volte che neppure Marx lo era

  5. #55
    Citazione Originariamente Scritto da devhalan Visualizza Messaggio
    Ma ci sono operai che arrivano ai gradi principali?
    Contano le capacità intellettuali perchè sono coloro che studiano che procedono salvo accettazione delle dottrine apprese,... i candidati infatti vengono selezionati per salire di grado da "tutor" che valutano il grado di accettazione delle filosofie da parte del candidato... nessuno viene forzato.

    Quelli che non hanno niente da perdere tranne le loro catene, e tutto da guadagnare
    Citami Marx

    La stessa arte farebbe parte di quella che si chiama sovrastruttura in cui le idee, le produzioni culturali, la religione, filosofia, politica e diritto non si generano indipendentemente ma sono anch' esse il prodotto di determinati tipi di organizzazione economica e sociale. La stessa arte viene limitata dai modi di produzione con cui gli uomini producono la loro vita materiale, quindi da essa bisogna partire. Tuttavia il rapporto tra sviluppo della produzione materiale e produzione artistica non è del tutto parallelo, le stesse produzioni culturali e intellettuali possono agire sulla struttura e sulla vita reale degli uomini
    E questa sarebbe la risposta alle mie osservazioni? La morale di questo giro di parole qual'è? Rispondi bene alle mie considerazioni

    Fammi capire meglio, cosa intendi quando dici che la filosofia comunista è luciferina?
    Incorpora le promesse e filosofie Luciferine, tipo l'Eden in terra, nega il Creatore che viene demonizzato capovolgendo la frittata.. egli diventa il problema nel mondo e non più il salvatore, adora il Creato, la natura e non il Creatore, esalta l'uomo al di sopra di Dio non più fonte di sapere, il sapere è dentro l'uomo che diviene Dio di se stesso e unico legislatore annullando la legge di Dio... I pensatori, i filosofi dietro questo modello sociale hanno un nemico in comune: Yhwh/Gesù messia e la sua legge, la sua parola... rileggiti le citazioni e riflettici sù.

    Tanto dici a tutti così, non è forse il tuo metodo assolutistico che ha dei limiti? uno può scrivere 100000 parole ma non accorgersi che quello è un suo pensiero personale , che magari genera anche 1000 discussioni ma non portano alla verità, uno può scrivere 2 righe ma in esse riflettere l' oggettività
    Ma non è generalizzando e allargando impropriamente a tutti le mie considerazioni nei tuoi confronti che smentisci le cose che ti dico, sai che ho ragione, ti ho corretto 1000 volte, sono una marea i ragazzi come te, programmati in maniera indusriale proprio... perchè ho aperto il forum se non per aiutarvi a comprendere?

    Ora dopo che per ripetute volte detto che mi baso solo sulle analisi economiche di Marx e non su quello ha detto su dio non serve che la colleghi alla teosofia perchè il socialismo si basa sull' analisi del processo storico e delle condizioni reali che porteranno a sconfiggere il capitalismo non su altro
    Ma non tentare di estrapolare dal socialismo quello che ti pare, sei costretto a prenderlo in toto nella sua analisi, il socialismo ti ho già dimostrato facendotelo dire dai suoi propugnatori è un sistema sociale, economico, politico, filosofico e religioso... punto perchè vuoi schivare la realtà?

    Poi sono io che ragiono per stereotipi dopo che ho detto 100 volte che neppure Marx lo era
    Sai qual'è la differenza tra te e Marx? Che lui è Marx un filosofo che ha un trattatoattribuitogli, e tu hai sentito parlare di questo trattato (dubito tu l'abbia studiatoseriamnete) o di alcune sue parti e le hai accolte nella tua visione politica sociale economica etc sei un seguace della filosofia di Marx ...se ti piace più detta così

  6. #56
    Incorpora le promesse e filosofie Luciferine, tipo l'Eden in terra, nega il Creatore che viene demonizzato capovolgendo la frittata.. egli diventa il problema nel mondo e non più il salvatore, adora il Creato, la natura e non il Creatore, esalta l'uomo al di sopra di Dio non più fonte di sapere, il sapere è dentro l'uomo che diviene Dio di se stesso e unico legislatore annullando la legge di Dio... I pensatori, i filosofi dietro questo modello sociale hanno un nemico in comune: Yhwh/Gesù messia e la sua legge, la sua parola... rileggiti le citazioni e riflettici sù.
    Ma io non ho mai detto che il socialismo da Marx in poi abbia avuto queste connotazioni politiche, ma non è sempre stato così, sembra che per te contino solo le persone e non il contenuto, le idee

    Ma non è generalizzando e allargando impropriamente a tutti le mie considerazioni nei tuoi confronti che smentisci le cose che ti dico, sai che ho ragione, ti ho corretto 1000 volte, sono una marea i ragazzi come te, programmati in maniera indusriale proprio... perchè ho aperto il forum se non per aiutarvi a comprendere?
    Anche se ti ritengo informato su altri argomenti a me sembra invece che sei tu che su Marx hai gravi lacune, per cui lascio per il momento questa discussione, usi principalmente la dialettica unito a vecchi modi di soggiogare l' interlocutore ( la stessa strategia che usano i capitalisti da secoli ), e con questa trasformi il vero in falso e viceversa

    Ma non tentare di estrapolare dal socialismo quello che ti pare, sei costretto a prenderlo in toto nella sua analisi, il socialismo ti ho già dimostrato facendotelo dire dai suoi propugnatori è un sistema sociale, economico, politico, filosofico e religioso... punto perchè vuoi schivare la realtà?
    Perchè non penso sia così, abbiamo 2 differenti visioni sul socialismo, se è veramente fuori dalla realtà me ne accorgerò con il tempo

    Sai qual'è la differenza tra te e Marx? Che lui è Marx un filosofo che ha un trattatoattribuitogli, e tu hai sentito parlare di questo trattato (dubito tu l'abbia studiatoseriamnete) o di alcune sue parti e le hai accolte nella tua visione politica sociale economica etc sei un seguace della filosofia di Marx ...se ti piace più detta così
    Ma i contenuti della filosofia di Marx c' erano già prima, lo sai meglio di me che Marx era un massone ed era stato aiutato dai gesuiti a scrivere " il capitale " , cambia qualcosa? no, i contenuti economici si rifacevano a dinamiche storiche reali indipendentemente dal suo credo politico, Marx era prima un economista poi un filosofo, non aveva analizzato le questioni solo su principi astratti ma si era concentrato sui rapporti con cui erano subordinate le entità nel sistema economico, che la realtà negli ultimi secoli è stata dominata dal capitalismo indipendentemente dal resto è un dato di fatto quindi si è seguaci delle idee non sulla persona, il capitale è un' opera incompiuta quindi non va' presa come un' opera in senso assoluto ma adattabile a tempi successivi

  7. #57
    Citazione Originariamente Scritto da devhalan Visualizza Messaggio
    Ma io non ho mai detto che il socialismo da Marx in poi abbia avuto queste connotazioni politiche, ma non è sempre stato così, sembra che per te contino solo le persone e non il contenuto, le idee
    Ma quello che dici tu rispetto al socialismo conta poco dal momento che quelle connnotazioni luciferine te le ho dimostrate direttamente con gli scritti di Marx citandolo. E per queso che ribadisco che non hai la minima idea di cosa sia il reale socialismo, conta più quello che dice Marx o quel poco che capisci tu?

    Anche se ti ritengo informato su altri argomenti a me sembra invece che sei tu che su Marx hai gravi lacune, per cui lascio per il momento questa discussione, usi principalmente la dialettica unito a vecchi modi di soggiogare l' interlocutore ( la stessa strategia che usano i capitalisti da secoli ), e con questa trasformi il vero in falso e viceversa
    Qui ti ho citato Marx e hai fatto le orecchie da mercante, inoltre hai sostenuto che Marx fosse praticamente solo economia e sinceramente le tue gravi lacune te le risolverai da solo, non devo essere la tua balia, io il socialismo lo apprendo dai diretti interessati non di certo da te, Marx era un filosofo e tu hai una visione molto ristretta dei suoi insegnamenti, tralaltro era un borghese che non ha lavorato mai nella sua vita, che è sempre stato mantenuto da borghesi, innanzitutto dallo Zio Philips quelli della Philips, non so se ci siamo capiti e poi dal ricco imprenditore tedesco Friedrich Engels... non è quello che fanno rotschild e Rockefeller con le loro fondazioni? Capitalisti che predicano il comunismo??
    Ma nooo sono io che uso tecniche capitaliste che trasformo il falso in vero... va bene non rispondere già da tempo non riesci ad argomentare, e adesso ti sei fissato con le tecniche capitaliste... proprio tu che non sei riuscito a citarmi una fonte senza storpiarne il significato... Ti ho dato anche troppa attenzione.

    Perchè non penso sia così, abbiamo 2 differenti visioni sul socialismo, se è veramente fuori dalla realtà me ne accorgerò con il tempo
    Quello che tu pensi quì fa testo? Esiste un socialismo/comunismo Marxiano ...quindi cosa importa quello che dici dal momento che abbiamo un Marx che afferma che senza una base filosofica nessun modello poteva essere efficace, e ci parla di Dio, di Natura, di dittatura del proletariato, di abolizione dello stato.. Devha cos'è la politica?? Cos'è la religione?? Conosci il significato dei termini che utilizzi? ...poi ovvio che cadi dalle nuvole, ma vabbè ormai ... con te sono stato flessibile e te le faccio passare quì sulla spam, non penserai di poter andare avanti così nelle sezioni, quando le aprirò... non devo fare il maestrino elementare e discutere giorni su cose che nessuno con un poco di studio e onestà intellettuale si sognerebbe di dire, come negare che il socialismo di Marx sia un modello sociale politico economico filosofico/religioso?


    Ma i contenuti della filosofia di Marx c' erano già prima, lo sai meglio di me che Marx era un massone ed era stato aiutato dai gesuiti a scrivere " il capitale " , cambia qualcosa? no, i contenuti economici si rifacevano a dinamiche storiche reali indipendentemente dal suo credo politico, Marx era prima un economista poi un filosofo, non aveva analizzato le questioni solo su principi astratti ma si era concentrato sui rapporti con cui erano subordinate le entità nel sistema economico, che la realtà negli ultimi secoli è stata dominata dal capitalismo indipendentemente dal resto è un dato di fatto quindi si è seguaci delle idee non sulla persona, il capitale è un' opera incompiuta quindi non va' presa come un' opera in senso assoluto ma adattabile a tempi successivi
    Marx è stato un filosofo, economista, storico, sociologo!!
    Isolare l'aspetto economico frutto di una visione filosofica, sociale politica e religiosa è sensato?
    Questi i lavori filosofico/religiosi, politici, sociali, economici di Marx

    ANNI 1840

    1841Differenza tra la filosofia della natura di Democrito e quella di Epicuro LA RELIGIONE DI MARX
    1844 Annali franco-tedeschi, Sulla questione ebraica, Manoscritti economico-filosofici del 1844, Per la critica della filosofia del diritto di Hegel. Introduzione, Glosse marginali di critica all'articolo "Il re di Prussia e la riforma sociale, firmato: un Prussiano"
    1845 Tesi su Feuerbach
    1846 Ideologia Tedesca
    1847 Miseria della filosofia, Lavoro salariato e capitale
    1848 Manifesto del Partito Comunista


    ANNI 1850

    1850 Le lotte di classe in Francia dal 1848 al 1850
    1850 Spostamento del centro di gravità mondiale
    1852 Il 18 Brumaio di Luigi Bonaparte
    1857 Introduzione a Per la Critica dell'Economia Politica
    1857-60 Voci per la New American Cyclopœdia
    1859 Per la Critica dell'Economia Politica

    ANNI 1860

    1861-62
    Scritti sulla guerra civile americana
    1865 Salario, prezzo e profitto
    1867 Il Capitale, Compendio del Capitale, Istruzioni per i delegati del Consiglio Centrale Provvisorio dell'A.I.L.


    ANNI 1870

    1871 La Guerra Civile in Francia
    1875 Critica del Programma di Gotha, Appunti sul libro di Bakunin "Stato e anarchia"


    ANNI 1880

    1880 L'inchiesta operaia, Il programma del Parti Ouvrier


    Marx sviluppa il suo modello di società partendo da basi Religiose, storiche, politiche e sociali per proporre un modello di società con un sistema sociale, politico, economico, religioso radicalmente differente ... perchè scrivi senza informarti prima?

  8. #58
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Ma quello che dici tu rispetto al socialismo conta poco dal momento che quelle connnotazioni luciferine te le ho dimostrate direttamente con gli scritti di Marx citandolo. E per queso che ribadisco che non hai la minima idea di cosa sia il reale socialismo, conta più quello che dice Marx o quel poco che capisci tu?
    Parli come se avessi letto Marx e capito il sistema economico di Marx, immedesimato in quello che lui ha detto, in realtà ti basi solo su quello che ti hanno fatto credere a scuola, l' avrai letto qualche volta con l' ottica che ti hanno somministrato ( non solo la scuola ma anche i media ) e ti illudi di aver capito tutto

    arx era un filosofo e tu hai una visione molto ristretta dei suoi insegnamenti, tralaltro era un borghese che non ha lavorato mai nella sua vita, che è sempre stato mantenuto da borghesi, innanzitutto dallo Zio Philips quelli della Philips, non so se ci siamo capiti e poi dal ricco imprenditore tedesco Friedrich Engels... non è quello che fanno rotschild e Rockefeller con le loro fondazioni? Capitalisti che predicano il comunismo??
    Anche gesù non aveva mai lavorato

    Quello che tu pensi quì fa testo? Esiste un socialismo/comunismo Marxiano ...quindi cosa importa quello che dici dal momento che abbiamo un Marx che afferma che senza una base filosofica nessun modello poteva essere efficace, e ci parla di Dio, di Natura, di dittatura del proletariato, di abolizione dello stato.. Devha cos'è la politica?? Cos'è la religione?? Conosci il significato dei termini che utilizzi? ...poi ovvio che cadi dalle nuvole, ma vabbè ormai ... con te sono stato flessibile e te le faccio passare quì sulla spam, non penserai di poter andare avanti così nelle sezioni, quando le aprirò... non devo fare il maestrino elementare e discutere giorni su cose che nessuno con un poco di studio e onestà intellettuale si sognerebbe di dire, come negare che il socialismo di Marx sia un modello sociale politico economico filosofico/religioso?
    Tanto ho già deciso di andarmene ( quindi cerca di rispondere in modo tale da non costringermi a rispondere come adesso ), sei più massone dei massoni


    Marx è stato un filosofo, economista, storico, sociologo!!

    Qui ti ho citato Marx e hai fatto le orecchie da mercante, inoltre hai sostenuto che Marx fosse praticamente solo economia e sinceramente le tue gravi lacune te le risolverai da solo, non devo essere la tua balia, io il socialismo lo apprendo dai diretti interessati non di certo da te, Marx era un filosofo e tu hai una visione molto ristretta dei suoi insegnamenti, tralaltro era un borghese che non ha lavorato mai nella sua vita, in cui è sempre stato mantenuto da borghesi, innanzitutto dallo Zio Philips.

    Isolare l'aspetto economico frutto di una visione filosofica, sociale politica e religiosa è sensato?
    Questi i lavori filosofico/religiosi, politici, sociali, economici di Marx:

    ANNI 1840

    1841Differenza tra la filosofia della natura di Democrito e quella di Epicuro LA RELIGIONE DI MARX
    1844 Annali franco-tedeschi, Sulla questione ebraica, Manoscritti economico-filosofici del 1844, Per la critica della filosofia del diritto di Hegel. Introduzione, Glosse marginali di critica all'articolo "Il re di Prussia e la riforma sociale, firmato: un Prussiano"
    1845 Tesi su Feuerbach
    1846 Ideologia Tedesca
    1847 Miseria della filosofia, Lavoro salariato e capitale
    1848 Manifesto del Partito Comunista


    ANNI 1850

    1850 Le lotte di classe in Francia dal 1848 al 1850 (formato zip - 141 KB)
    1850 Spostamento del centro di gravità mondiale
    1852 Il 18 Brumaio di Luigi Bonaparte (formato pdf; zip - 198 KB)
    1857 Introduzione a Per la Critica dell'Economia Politica(formato rar - 49 KB)
    1857-60 Voci per la New American Cyclopœdia
    1859 Per la Critica dell'Economia Politica

    ANNI 1860

    1861-62
    Scritti sulla guerra civile americana
    1865 Salario, prezzo e profitto
    1867 Il Capitale, Compendio del Capitale, Istruzioni per i delegati del Consiglio Centrale Provvisorio dell'A.I.L.


    ANNI 1870

    1871 La Guerra Civile in Francia
    1875 Critica del Programma di Gotha, Appunti sul libro di Bakunin "Stato e anarchia"


    ANNI 1880

    1880 L'inchiesta operaia, Il programma del Parti Ouvrier


    Marx sviluppa il suo modello di società partendo da basi Religiose, storiche, politiche e sociali per proporre un modello di società con un sistema sociale, politico, economico, religioso radicalmente differente ... perchè scrivi senza informarti prima?
    Avrai letto sicuramente tutte quelle opere ( per informazione io le ho lette tutte o quasi quindi sò di cosa parlano ), lo sai che a volte il titolo non ha nessuna attinenza con il contenuto, miseria della filosofia parla di Proudhon non della filosofia in generale, che
    c' entra la tesi di laurea con l' opera più importante della sua vita ( il capitale ) , sei a corto di argomenti, ma non è quello il problema, sfrutti i problemi principali del mondo per crearti un corso universitario in cui gli altri se non studiano non sono ammessi al livello successivo, non posso che farmi due risate ( amare in realtà ) e salutarti di fronte a questo tuo atteggiamento

  9. #59
    Parli come se avessi letto Marx e capito il sistema economico di Marx, immedesimato in quello che lui ha detto, in realtà ti basi solo su quello che ti hanno fatto credere a scuola, l' avrai letto qualche volta con l' ottica che ti hanno somministrato ( non solo la scuola ma anche i media ) e ti illudi di aver capito tutto
    Mai studiato Marx a scuola, io cito Marx tu dai tuoi pareri personali basati su cosa?

    Anche gesù non aveva mai lavorato
    Gesù fino al battesimo lavorava come carpentiere.
    Riguardo Gesù disseo:

    Marco 6:3 Non è costui il falegname, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Iose, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle non sono qui fra noi?». Ed erano scandalizzati a causa di lui.

    Pur di dare una risposta fai di queste uscite... Tralaltro dopo il battesimo il lavoro di Gesù è il Maestro, il Rabbino... Marx si è fatto mantenere dai capitalisti che attaccava renditi conto come ti illudono questi filosofi... Armiamoci e partite!! Perchè non si lamentava di Hengels o dello zio Philips?
    Questi tuoi continui paralleli tra Gesù e Marx sono inopportuni


    Tanto ho già deciso di andarmene ( quindi cerca di rispondere in modo tale da non costringermi a rispondere come adesso ), sei più massone dei massoni
    Si va bene Devha non ti resta che darmi del massone cos'altro puoi dire, stai esaurendo il vocabolario delle scemenze... non esiste il massone che glorifica Gesù messia Dio fattosi uomo unica via verso la salvezza, verità e vita...
    Tutto è solo nella tua mente depistata.
    Vorresti far passare il messaggio che Gesù era socialista? Che la legge dell'uomo può sostituirsi a quella di Dio? Che il socialismo templare è la soluzione dei problemi? Hai sbagliato forum, dovresti andare quì: http://www.comunisti-italiani.it/ sentirai tutte le cose che piacciono a te, Marx idolatrato etc etc.


    Avrai letto sicuramente tutte quelle opere, lo sai che a volte il titolo non ha nessuna attinenza con il contenuto, miseria della filosofia parla di Proudhon non della filosofia in generale, che
    c' entra la tesi di laurea con l' opera più importante della sua vita ( il capitale ) , sei a corto di argomenti, ma non è quello il problema, sfrutti i problemi principali del mondo per crearti un corso universitario in cui gli altri se non studiano non sono ammessi al livello successivo, non posso che farmi due risate ( amare in realtà ) e salutarti di fronte a questo tuo atteggiamento
    Forse un giorno ci arriverai, crescerai, metterai a frutto le capacità intellettuali che Dio ti ha dato e che tu hai affogato nel presapochismo. Hai deciso di prendere quello che ti piace di Marx e buttare tutto il resto, tu parli senza cognizione di causa e di fronte alle fonti che ti sottopongo dai queste risposte capricciose. Il mio forum è fatto per gente che vuole aprire la mente e che anche se non condivide quello che dico ha le capacità intellettuali di discutere in maniera seria, argomentando le cose che afferma e considerando le fonti che gli vengono sottoposte.
    Per inciso non avresti mai potuto fare questa discussione nelle sezioni perchè il secondo me non può governare il dibattito, tronco subito la discussione, sono stato più che paziente al tuo modo di fare, alla tua distorsione delle fonti, alle tue risposte superficiali e prive di un minimo di approfondimento... questo in via eccezionale. Sai quante persone leggono in silenzio? Perchè sono umili e oneste e sanno che hanno da apprendere, da conoscere meglio prima di esprimere un loro parere... Tu invece rispondi giusto per rispondere anche se non sai di che parli, non serve che aggiungi altro. Questo forum ti fa stare male perchè ti mette in faccia una realtà che non accetti a priori, e la realtà si scontra con il tuo credo e il tuo credo esce fuori per quello che è: confuso.
    Cercati un altro forum se sono massone o fattene uno tuo e buona fortuna, non hai firmato nessun contratto con me però sii coerente
    Buona fortuna.

  10. #60
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Gesù fino al battesimo lavorava come carpentiere.
    Riguardo Gesù disseo:

    Marco 6:3 Non è costui il falegname, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Iose, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle non sono qui fra noi?». Ed erano scandalizzati a causa di lui.


    Pur di dare una risposta fai di queste uscite... Tralaltro dopo il battesimo il lavoro di Gesù è il Maestro, il Rabbino... Marx si è fatto mantenere dai capitalisti che attaccava renditi conto come ti illudono questi filosofi... Armiamoci e partite!! Perchè non si lamentava di Hengels o dello zio Philips?
    Questi tuoi continui paralleli tra Gesù e Marx sono inopportuni

    Ma cosa c' entra, era figlio di un falegname, ma la gente di solito cataloga le persone e a quel tempo ai figli si dava il mestere del padre anche se nn lo facevano, non dico che non l' ha mai fatto o che non l' abbia mai aiutato, ma quel passo non prova che l' abbia fatto continuamente, poi vuoi dare
    l' immagine di gesù rabbino, capisco che ti si addice al tuo attuale status ma gesù ha chiaramente detto alla gente di non farsi chiamare rabbini

    Per inciso non avresti mai potuto fare questa discussione nelle sezioni perchè il secondo me non può governare il dibattito, tronco subito la discussione, sono stato più che paziente al tuo modo di fare, alla tua distorsione delle fonti, alle tue risposte superficiali e prive di un minimo di approfondimento... questo in via eccezionale. Sai quante persone leggono in silenzio? Perchè sono umili e oneste e sanno che hanno da apprendere, da conoscere meglio prima di esprimere un loro parere... Tu invece rispondi giusto per rispondere anche se non sai di che parli, non serve che aggiungi altro. Questo forum ti fa stare male perchè ti mette in faccia una realtà che non accetti a priori, e la realtà si scontra con il tuo credo e il tuo credo esce fuori per quello che è: confuso.
    Non rispondono perchè con il tuo modo di fare li metti in soggezione ( a parte che se continui così non sò se le famose discussioni nelle sezioni te le farai da solo, socrate anche se aveva più conoscenza rispetto agli altri partiva da una base democratica nei suoi dialoghi ) e le persone che dicono secondo me non è perchè non sanno o si basano solo su opinioni è perchè sono talmente umili da non rendere oggettivo un loro pensiero perchè sono ben coscienti che la verità non è solo oggettiva ma anche soggettiva, ogni verità che diventa poi oggettiva parte dal soggetto, ed è quindi prima di tutto soggettiva, comunque visto che sei così convinto puoi mettere lo stesso sistema di votazioni che c' è nel forum zeitgeist italia, così la gente vede il voto che dà alle tue risposte

    poi chissà magari verrà fuori che anche tu come johannes hai recitato hai interpretato il ruolo per tutto questo tempo

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •