Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1

    La Post War Map: il mondo disegnato già prima della fine della guerra

    La Mappa del Nuovo Ordine Mondiale per il Dopo Seconda Guerra Mondiale
    Una proposta per Ri-ordinare il mondo dopo la Vittoria degli Alleati


    1 La Mappa del 1941
    2 Le Note Politiche a piè di pagina
    3 Analisi delle note politiche e della Mappa
    4 Alcuni riferimenti al NWO


    La Mappa del 1941



    Mappa del Nuovo Mondo del Dopo-Seconda Guerra Mondiale che propone l'istituzione
    di un "Nuovo Ordine Morale del Mondo per la pace permanente, la giustizia, la sicurezza e la
    ricostruzione del mondo"
    . Di Gomberg Maurice, pubblicata nel 1942, Philadelphia, PA


    Questa cartina geografica proviene dalla Biblioteca del Congresso di Washington.
    Venne scoperta da Somers Helen in una vetrata a Filadelfia durante la seconda guerra mondiale.
    E' stata completata nel mese di ottobre 1941 , prima di Pearl Harbor (due mesi prima dell’entrata in guerra degli USA), fu stampata a colori vivaci da un cartografo di nome Maurice Gomberg a Philadelphia nel 1942, e venne esposta nella vetrata del suo negozio. Helen Somers immediatamente riconobbe l'importanza della mappa e ne acquistò diverse. Alcune copie originali sono ancora in vita, tra cui una nella Biblioteca del Congresso a Washington, DC.
    Il planisfero mostra un “Nuovo ordine morale del mondo” e presenta forti analogie con la spartizione effettiva del mondo tra le Superpotenze. I soggetti che si spartiscono il mondo sono tre:

    Stati Uniti, Unione Sovietica e Commonwealth.

    Tra gli stati minori risulta: la terra degli Ebrei (in inglese Ebrewland) corrispondente in maniera sorprendente con Palestina e Transgiordania. Le nazioni dell’Asse (date già per sconfitte nel ’41!) sono sottoposte a “quarantena”.

    Nelle note in basso della mappa, che vi andrò ad elecare, si prospetta: un piano politico di smilitarizzazione dell’Europa nazista, riduzione della popolazione e rieducazione coatta.

    Tutto questo nel 1941!!

    Come vedete la storia viene scritta prima del verificarsi degli eventi o, meglio, gli eventi prendono la piega precedentemente decisa!


    La Post-War Map
    [SPOILER]








    Si confronti la Mappa del 1942 per le aree di controllo degli Stati Uniti, che riflettono la distribuzione americana della forza militare e le guerre di conquista (Editor of Global Research)


    [/SPOILER]

    Il fine rimane sempre lo stesso, la Torre di Babele - unificare il mondo grazie ad un sistema di potere occulto che posiziona relativamente poche persone, accomunate dall'unica occulta ideologia, nei gangli del potere politico, economico, culturale, sociale e religioso delle società; e questo processo nell'arco della storia è andato e va ancora avanti attraverso varie fasi di riassetto degli equilibri geopolitici del mondo, di cui abbiamo quì un clamoroso esempio, una clamorosa prova!

    La fonte originale del piano, che è descritto in dettaglio sulla mappa non è data. Tuttavia, l'esame di numerosi documenti del periodo ci rivela inequivocabilmente a chi debbano andare i diritti d'autore. Molti blog orientano senza sbagliare verso soggetti legati al Carnegie Endowment for International Peace (clicca anche quì) e/o il Dipartimento di Stato americano. Vedremo nel dettaglio come stiano le cose senza possibilità di errore, ma prima diamo un rapido sguardo alla mappa.

    Gli elementi principali del suo Nuovo Ordine Mondiale sono:
    • Gli Stati Uniti d'America (USA): gli Stati Uniti, Canada, tutti gli Stati dell'America Centrale e dei Caraibi, la maggior parte delle isole dell'Atlantico (ivi compresa la Groenlandia e l'Islanda), la maggior parte delle isole del Pacifico, Taiwan, Hainan, le Filippine e diverse ora isole Indonesiane, tra cui Sulawesi. Questa doveva essere la potenza dominante, militare e non, nel mondo.


    • L'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS): i Sovietici dovevano essere ricompensati con la Persia (Iran), Mongolia, Manciuria, Finlandia, e tutta l'Europa Orientale, che successivamente formerebbero parte del Blocco Orientale (escludendo l'Albania, ma includendo lo stato dalla vita reale indipendente della Jugoslavia, socialista, ma anti-sovietica). Tutti questi Stati andavano semplicemente a diventare stati membri dell'Unione Sovietica. L'Austria e la maggior parte della Germania, anche se in "quarantena" sono mostrate nella sfera sovietica.


    • Gli Stati Uniti del Sud America (USSA): comprendente tutti gli stati del Sud America, con le tre Guyane come singolo stato costituente e le Isole Falkland parte della USSA.


    • L'Unione delle Repubbliche africane (UAR): Tutta l'Africa come una federazione di repubbliche.


    • Le Repubbliche federate Arabe (AFR): coprendo Sauditi e tutti gli altri stati che attualmente occupano la Penisola Arabica, più l'Iraq e la Siria di oggi.


    • Le Repubbliche Federate dell'India (FRI): Afghanistan, Pakistan, India, Nepal, Bhutan, Bangladesh e Birmania (Myanmar) di oggi.


    • Le Repubbliche Unite della Cina (URC): una federazione tra tutte le parti della Cina attuale, la Corea, l'ex colonia francese dell'Indocina (oggi Vietnam, Laos e Cambogia), Tailandia e Malesia.


    • Gli Stati Uniti di Scandinavia (USS): Norvegia, Svezia, Danimarca.


    • Gli Stati Uniti d'Europa (USE): i paesi del Benelux, la Renania Tedesca, Francia, Svizzera, Spagna, Portogallo e Italia.


    • E infine il Commonwealth britannico delle Nazioni (BCN): tra cui Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelanda, Sri Lanka, Madagascar e la maggior parte dell'Indonesia.

    Entità più piccole sono l'Eire (tutta l'Irlanda), Grecia (inclusa l'Albania), la Turchia (esclusa la Turchia Europea), Hebrewland (la Terra Santa più Giordania) e il Giappone. I tre stati dell'asse (Germania, Italia e Giappone) dovevano essere tenuti in "quarantena" fino a quando potevano essere riammessi nella famiglia delle nazioni.

    Il signor Gomberg forse prese spunto per questa mappa dal presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt, il cui discorso circa le Quattro Libertà e un Ordine Morale (dal suo Stato dell'Unione al 77-esimo Congresso), egli cita, prima di definire la propria visione (in basso della mappa):

    "mentre gli Stati Uniti con la collaborazione delle democrazie dell'America Latina, il Commonwealth britannico e l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, si assumono la leadership mondiale per la creazione di un Nuovo Ordine Mondiale Morale per la pace permanente, giustizia, sicurezza e la ricostruzione del mondo".

    Ascoltiamo questo interessante video in cui emerge chiaro come lo scenario mondiale sia semplicemente una grande scacchiera dove dei manovratori, nell'ombra, muovono le pedine bianche e nere seguendo la dialettica Hegeliana nei discorsi del Massone Franklin Roosevelt. Non c'è da stupirsi quindi che l'esito finale dei conflitti sia scritto con largo anticipo:

  2. #2
    Le Note Politiche a piè di pagina



    "La Nostra Politica dev'essere questa":

    1. Noi, gli Stati Uniti, in collaborazione con i nostri alleati, per ragioni della nostra sicurezza nazionale e nell'interesse della moralità internazionale, siamo determinati a schiacciare e distruggere completamente la potenza militare degli aggressori dell'Asse, e dei loro satelliti a prescindere dal costo, sforzo e tempo necessario per eseguire questa operazione.

    2. Il vecchio ordine mondiale di oppressione coloniale, di sfruttamento dei domini, l'imperialismo rivale e l'equilibrio mercenario del potere diplomatico; di maestà, dittatori, minoranze privilegiate, monopolisti plutocratici e simili parassiti sociali; l'ordine corrotto responsabile del cataclisma mondiale attuale, che mette in pericolo la nostra sicurezza nazionale e il processo di pace, non risorgerà più.

    3. Un Nuovo Ordine Mondiale Morale per la pace permanente e la libertà dev'essere stabilita alla conclusione positiva della guerra attuale.

    4. Per ragioni di storia, di struttura economica, di geografia favorevole e di benessere del genere umano, gli USA devono, altruisticamente, assumere la guida dell'appena costituito, ordine mondiale democratico.

    5. Per ridurre i costi e gli sprechi criminali delle spese per gli armamenti in tutto il mondo, gli Stati Uniti, con la collaborazione dell'America Latina, il Commonwealth Britannico e l'URSS, si impegnano a garantire la pace alle nazioni che verranno definitivamente disarmate e smilitarizzate dopo la conclusione della guerra attuale.

    6. Per essere in grado, in adempimento dei nostri obblighi, di prevenire efficacemente la possibilità di un ricorso ad un altro cataclisma mondiale, l'invincibilità degli Stati Uniti come potenza militare, navale e aerea, è il presupposto principale.

    7. Per considerazioni realistiche della strategia e della nostra invulnerabilità, è imperativo che gli Stati Uniti ottengano la rinuncia al controllo dei loro possedimenti da ogni Potenza straniera in tutto l'Emisfero Occidentale, dalle sue acque circostanti e dagli avamposti strategici delle isole, come indicato sulla carta di accompagnamento.

    8. Per considerazioni di difesa emisferica e nello spirito e nella tradizione della nuova Dottrina Monroe di solidarietà emisferica e la politica "Buon Vicinato", gli Stati Uniti con il consenso delle Repubbliche Latino-Americane, deve ottenere i diritti di controllo e di protettorato dei territori abbandonati.

    9. Per rafforzare la nostra posizione nell'area dei Caraibi, che è di ovvia importanza per la difesa emisferica, tutti gli incentivi possibili devono essere offerti ai nostri vicini dell'America Centrale e nelle Indie Occidentali per facilitare il loro ingresso come pari stati degli USA, come indicato sulla mappa.

    10. Per fortificare l'unità politico-economica dell'Emisfero Occidentale, gli Stati Uniti devono promuovere e assistere l'unificazione del Sud America in un ben organizzato, democratico, federato "Stati Uniti del Sud America".

    11. La liberata Guiana britannica, francese e Olandese dev'essere riorganizzata come uno stato dell'USSA

    12. Tutte le Potenze devono rinunciare al controllo del loro mandato coloniale e dei possedimenti di isole strategiche in tutto il mondo.

    13. Il Commonwealth Britannico delle Nazioni, la seconda potenza militare e navale per importanza che collabora in un patto vincolante con gli Stati Uniti come Potenza per la libertà, deve mantenere e acquisire il controllo di tali territori, le basi della sicurezza-della pace e gli avamposti delle isole strategiche essenziali per il mantenimento della pace e libertà del mondo come delineato sulla mappa.

    14. L'URSS, la terza potenza militare di importanza cooperante con gli Stati Uniti come Forza per la libertà e il mantenimento della pace nel mondo, deve acquisire il controllo delle aree liberate e disorganizzate adiacenti e quelle della Germania-Austria per essere ri-educate ed infine incorporate come pari repubbliche dell'URSS, come indicato approssimativamente sulla mappa.

    15. Una Lega Mondiale delle Nazionalità con poteri di arbitrato e di sorveglianza deve essere organizzato.

    16. Un Tribunale Mondiale con poteri punitivi di assoluto boicottaggio, quarantena, blocco e occupazione da parte di polizia internazionale, contro chi viola la legge della moralità internazionale deve essere organizzato.

    17. Gli USA con la stretta collaborazione degli Stati Uniti del Sud America, del Commonwealth Britannico delle Nazioni, dell'URSS e la Lega Mondiale delle nazionalità, deve promuovere e contribuire all'unificazione dei territori ceduti e delle aree attualmente divise in modo difettoso in repubbliche ben organizzate democratiche e assolutamente smilitarizzate come approssimativamente sulla mappa.

    18. Le aree note come Olanda, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Francia, Spagna, Portogallo, l'isola di Corsica, e infine l'Italia e le isole della Sardegna e della Sicilia devono essere unificate come "Stati Uniti d'Europa" smilitarizzati e federati.

    19. Le aree note come Svezia, Norvegia, Danimarca e le isole Spitzbergen devono essere unificate come "Stati Uniti di Scandinavia" smilitarizzate e federate.

    20. Il continente Africano deve essere riorganizzato e unificato come "Unione delle Repubbliche Africane", smilitarizzato e federato.

    21. Le aree dell'Arabia Saudita, Siria, Libano, Iraq, Hejas, Aden e Oman, devono essere unificate come unione demilitarizzata di "Repubbliche Federate Arabe".

    22. Le aree, note come India, tra cui l'Afghanistan, Belucistan, Nepal, Bhutan e Birmania devono essere unificate come smilitarizzate "Repubbliche federate del'India".

    23. Le aree note come Cina, Mongolia Interna, Tibet, Thailandia, Malesia, Indocina e Corea, devono essere unificate come "Repubbliche Unite della Cina" smilitarizzate e federate.

    24. Le aree note come Grecia, Macedonia, Albania, Creta, Dodecaneso e isole adiacenti nel mare Egeo, devono essere unificate come "Repubblica Federale della Grecia" demilitarizzata.

    25. Le aree note come Eire e Irlanda del Nord devono essere unificate come una demilitarizzata "Repubblica Indipendente dell'Eire".

    26. L'area della Terra Santa degli antichi Ebrei, attualmente nota come Palestina e Trans-Giordania, e le regioni limitrofe necessarie come indicate sulla mappa, per motivi di storia e per l'assoluta necessità di alleviare un problema di profughi del dopo guerra, devono essere unificate come una repubblica demilitarizzata di "Hebrewland". (Terra Ebraica)

    27. La zona nota come Turchia Europea, adiacente lo stretto dei Dardanelli, il mare di Marmara e del Bosforo, per considerazioni di realistiche strategie di pace devono essere poste sotto il controllo congiunto dell'URSS e della Turchia.

    28. La zona nota come Turchia deve essere una repubblica indipendente demilitarizzata della "Turchia".

    29. Tutti i problemi di scambio, trasferimento e rimpatrio delle popolazioni devono essere gestite dalla Lega Mondiale delle Nazionalità.

    30. Gli autori criminali ed i loro associati in colpa di questa guerra orrenda devono essere consegnati alla giustizia ed una punizione indimenticabile gli dev'essere inflitta.

    31. Tutti i sudditi del Giappone e tutte le persone di origine giapponese di dubbia lealtà devono essere espulsi dall'intero Emisfero Occidentale, protettorati USA e avamposti strategici nelle isole e le loro proprietà confiscate per esigenze di ricostruzione post-bellica.

    32. Tutti i sudditi della Germania e dell'Italia e tutte le persone di origine tedesca e italiana noti come attivi sostenitori dell'ideologia nazista e fascista devono essere trattati allo stesso modo.

    33. L'immigrazione Tedesca, Italiana, Giapponese verso l'Emisfero Occidentale, i suoi protettorati e avamposti delle isole deve essere fermata indefinitamente.

    34. Tutte le persone di origine Tedesca nella Prussia orientale e nella Renania devono essere trasferite nella Germania interna e le regioni de-Prussianizzate in modo permanente.

    35. Tutte le persone di origine Tedesca, Italiana e Giapponese devono essere definitivamente espulse dai loro ora territori conquistati e le loro proprietà confiscate per esigenze costruzione post-bellica.

    36. Per ripulire le popolazioni degli sconfitti aggressori dell'Asse dall'intossicazione dello sciovinismo militare; per effettuare la rimozione e la distruzione dei loro potenziali stabilimenti militari; per recuperare il bottino accumulato e per ri-educarli per la loro eventuale appartenenza alla Famiglia delle Nazioni, l'area della Germania-Austria, Italia e Giappone deve essere ermeticamente e a tempo indeterminato messa in quarantena e amministrata da Governatori nominati soggetti a vigilanza da parte della Lega Mondiale delle nazionalità.

    37. Tutte le risorse, le capacità industriali e lavorative delle aree in quarantena devono essere utilizzate per le esigenze di restauro e ricostruzione post-bellica.

    38. Per ridurre la forza numerica delle nazioni aggressori, come potenziale vantaggio militare, una politica di controllo della popolazione deve essere elaborata ed applicata nell'area di quarantena.

    39. Nel Nuovo Ordine Mondiale Morale che noi cerchiamo di stabilire, oltre alla libertà politica essenziale, i seguenti cambiamenti economici fondamentali sono indispensabili:


    1. La nazionalizzazione di tutte le risorse naturali ed un equa distribuzione di una parte a tutte le nazioni ... ovunque nel mondo;
    2. La nazionalizzazione del sistema bancario internazionale, investimenti esteri, ferrovie e centrali elettriche ... ovunque nel mondo;
    3. La nazionalizzazione di tutti gli armamenti con produzione di stabilimenti da parte di tutte le potenze militari;
    4. Il controllo federale del commercio e spedizione estero;
    5. L'istituzione di un sistema monetario comune mondiale;
    6. Limitazioni a livello mondiale dei tassi di interesse a un massimo del due per cento;


    40. Per mantenere la vittoria e la leadership del nostro sforzo democratico unito .... il cui obiettivo non è la vendetta o lo sfruttamento, ma la libertà e la sicurezza di tutte le nazioni per il progresso pacifico.... l'unificato Comando Supremo della Guerra delle Nazioni Unite" a conclusione della guerra attuale, deve essere riconosciuto e trasformato in un permanente "Consiglio Supremo Militare ed Economico" in collaborazione con la Lega Mondiale delle Nazionalità nella costruzione post-bellica e per far rispettare la pace nel mondo.

    41. Il "Consiglio Supremo Militare ed economico", nomina i governatori per amministrare le aree in quarantena fino al loro eventuale rilascio sulla parola.

    Per questo deciso inizio dobbiamo combattere fino alla vittoria assoluta.

  3. #3
    Analisi delle note politiche e della Mappa

    Non tutte le modifiche richieste sono state realizzate - per ora, ma molte lo sono state. Ci sono probabilmente molte ragioni per cui non tutti i punti sono stati raggiunti. Da una parte, i piani fatti da questo Nuovo Ordine Mondiale "Morale" potrebbero essere cambiati. Quello che sembrava conveniente per loro nel 1941 o 42 potrebbe non esserlo stato nel 1945 e ancora oggi potrebbe non esserlo. Dall'altra era un piano incredibilmente ambizioso, molta resistenza veniva probabilmente sentita e del tempo era necessario in quelle aree dove la forza delle armi non era opportuna. I Musulmani inoltre sembra che abbiano resistito fortemente e siano stati un ostacolo importante. Di maggiore importanza sono quelle aree dove hanno avuto successo e altre in cui i progressi verso gli obiettivi continuano lentamente oggigiorno.

    Esaminate attentamente la zona dell'Europa Orientale e vedrete luoghi come la SSR Polacca, la SSR Ceca, la SSR Rumena, e così via. I paesi che ci è stato detto furono ceduti all'Unione Sovietica a Yalta da un "malato" Franklin Dalano Roosevelt, avevano il destino già sigillato nel 1941 o 42, non a Mosca, ma a Filadelfia.
    Si vedono anche alcuni segmenti non realizzati del piano come la SSR Finlandese e la SSR Iraniana. Oltremodo, il blocco orientale ha rotto con l'Unione Sovietica, o almeno così sembra. Il piano sta cadendo a pezzi? Probabilmente no. E' più probabile che i progettisti abbiano visto un vantaggio maggiore nel liberare questi paesi dalla loro ex prigionia per diventare com'è accaduto parte degli "Stati Uniti d'Europa (UE)" (nel 2004 Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Cieca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, nel 2007 la Romania e la Bulgaria). L'Unione europea sarebbe altrimenti troppo piccola per costituire un super stato regionale, che sembra essere almeno un obiettivo intermedio di questi "pianificatori".

    Il consolidamento dell'Europa è una delle fasi che ha lentamente continuato. Il primo passo è stato il mercato comune. L'ultimo passo importante è stato l'Euro. Con i paesi Europei che condividono un comune approvvigionamento di denaro, sarà difficile evitare l'ultimo fine - la loro sovranità persa nell'Unione Europea. Nel frattempo, il condizionamento della gente ad accettarla continuerà. (Anche in questo caso, gran parte di questo è stato raggiunto mentre scrivo questo articolo e una grande accellerata avverrà con l'approvazione unanime del Trattato di Lisbona)

    Per quanto riguarda l'Africa, vediamo un altro consolidamento - l' "Unione delle Repubbliche Africane". Maggiori ostacoli sono stati rimossi dalla strada per questo obiettivo - i governi bianchi della Rhodesia e Sud Africa. Non vi sembra un tantino incoerente e ipocrita che il governo Americano abbia condannato e messo l'embargo al Sud Africa per la "violazioni dei diritti umani", mentre concedeva lo status di "Nazione Più Favorita" al paese che aveva selvaggiamente violentato il Tibet? - il paese il cui governo è probabilmente il più brutale e oppressivo della storia? Se avete pensato che sia ipocrita, sono d'accordo con voi. Se avete pensato che sia incoerente, vorrei chiedervi: "Con che cosa?" Se avete preso o intendete prendervi del tempo per guardare l'Asia, vedrete che quella terra tranquilla ma sfortunata era già stata predestinata a far parte delle Repubbliche Unite della Cina. Così le azioni del governo Americano in materia di Africa e Asia sono state coerenti con i piani pubblicati nel 1942. Mentre i neri Americani e "liberali" salutavano la "liberazione" dei neri in Rhodesia e Sud Africa, la strada venne liberata per ridurre in schiavitù l'intero continente.

    Embargo al Sudafrica
    [SPOILER]
    La via dei diritti


    Nel 1986 gli Stati Uniti hanno aderito con la comunità internazionale nell'imporre sanzioni economiche contro il Sud Africa. Gli Stati Uniti avevano imposto a Pretoria un embargo sulle armi nel 1964 e si era uniti al consenso internazionale nel rifiutare di riconoscere l' "indipendenza" di quattro patrie nere del Sudafrica tra il 1976 e il 1984. Il Gramm Emendament del 1983 oppose la proroga del Fondo Monetario Internazionale (FMI) dei crediti a "qualsiasi paese che praticasse l'apartheid". L'Export Administration Amendment Act del 1985 sbarrò le esportazioni degli Stati Uniti all'esercito e alla polizia del Sudafrica, ad eccezione di forniture umanitarie e attrezzature mediche.

    Gli Stati Uniti hanno mantenuto relazioni diplomatiche formali con Pretoria durante l'epoca dell'apartheid. Gli Stati Uniti erano ancora il secondo partner commerciale del Sudafrica, con le esportazioni e le importazioni in valore di oltre 1,6 miliardi di dollari all'anno, durante la maggior parte degli anni di sanzioni. Con il passare del Comprehensive Antiapartheid Act (CAAA) degli Stati Uniti nel corso di un veto presidenziale nel 1986, il Congresso degli Stati Uniti creò una struttura elaborata di sanzioni che vietava futuri investimenti, prestiti bancari e alcune forme di commercio con il Sud Africa. Più di 200 delle 280 imprese degli Stati Uniti in Sud Africa vendettero tutto, o parte, delle loro operazioni lì, e molti di coloro che rimasero aderirono a principi aziendali destinati a migliorare gli effetti dell'apartheid. Il CAAA chiese al presidente degli Stati Uniti di riferire al Congresso ogni anno sullo stato di apartheid in Sud Africa, al fine di valutare la necessità di un ulteriore legislazione. Nel 1987 l'Intelligence Authorization Act vietò la condivisione di intelligence tra i due paesi. Nel 1990, 27 governi statali, novanta città e 24 contee imposero anche sanzioni contro il Sud Africa o misure di disinvestimento sulle aziende sudafricane dei loro cittadini. Nel luglio 1991, il Presidente degli Stati Uniti George Bush dichiarò il progresso del Sudafrica verso la democrazia "irreversibile", e gli Stati Uniti cominciarono a togliere le sanzioni imposte ai sensi del CAAA del 1986 . La maggior parte dei connessi divieti del FMI e militari rimasero in vigore fino a dopo le elezioni del 1994. Alcune restrizioni a livello di contea e città sui rapporti con il Sud Africa rimasero sui libri anche dopo il 1994.
    [/SPOILER]

    Status di Nazione Più Favorita alla Cina
    [SPOILER]
    Due pesi e due misure


    Nel 1970 l'Unione Sovietica di routine vietava molti dei suoi cittadini ebrei di immigrare in Israele. Nel 1974 il senatore Henry "Scoop" Jackson legò il commercio sovietico-americano al trattamento di quel paese degli ebrei. Secondo l'Emendamento Jackson-Vanik per il Trade Act del 1974, lo status di nazione più favorita doveva essere concesso a discrezione del presidente. Dal 1980, quando alla Repubblica Popolare Cinese venne concesso lo status di Nazione più Favorita, i presidenti americani e politici del Congresso furono in disaccordo su questa questione. La posta in gioco è di decine di miliardi di dollari di scambi commerciali. Entrambi i presidenti George Bush e Bill Clinton hanno rinnovato lo status di Nazione più Favorita della Cina, ma non senza battaglie del Congresso. La Cina, dal canto suo, si è spesso sentita umiliata e compromessa dalla dispute. Nel 1994, Clinton ha cercato di separare lo status di Nazione più Favorita dal triste record dei diritti umani in Cina, sostenendo che la Cina era un paese troppo potente e troppo grande quale partner commerciale per essere isolato dalla comunità mondiale. Nel 1997, Clinton ha ribadito la sua posizione sostenendo che il rinnovo dello status di Nazione più Favorita fosse il "modo migliore per integrare ulteriormente la Cina nella famiglia delle nazioni e per garantire i nostri interessi e i nostri ideali". Il rappresentante Frank Wolf differì, affermando che: - la Repubblica Popolare Cinese ha "torturato e ucciso monaci e monache Buddisti", e che: - essi avevano "più gulag che l'Unione Sovietica". Wolf ha anche detto che: - Saddam Hussein ha usato armi cinesi fabbricate contro le forze Usa durante la Guerra del Golfo. Sotto la legislazione "freedom-of-emigration" (libertà-di-emigrazione) di Jackson , lo status di Nazione più Favorita della Cina doveva essere rinnovato ogni anno. Se non fosse stato rinnovato, la Cina avrebbe dovuto pagare dazi sostanzialmente più elevati sul 95 per cento delle sue esportazioni verso gli Stati Uniti-che nel 1995 ammontavano a $ 45.555 milioni di dollari.[/SPOILER]
    Se guardiamo l'Asia, vediamo il povero Tibet già fuso nella Cina, insieme al Sinkiang, Mongolia Interna, Corea, Indocina e Thailandia. Con la caduta del Vietnam, Laos e Corea del Nord nel Comunismo Cinese, non ci dovrebbe volere molto per renderle "Repubbliche" Unite. Mentre continuiamo a fare della Cina la prima potenza economica, militare e politica in Asia, sarà difficile per la Corea del Sud e la Tailandia evitare l'assorbimento - se questo è ancora il piano.

    Le repubbliche federali dell'India furono un fallimento, o almeno così sembrerebbe. Il Pakistan musulmano non procedette con il piano e mi chiedo come la Birmania Buddista doveva essere integrata nell'India. Sarebbe stato più logico come parte della Cina. È vero, il gioco in Europa per secoli fu quello di assicurarsi che le modifiche territoriali dopo ogni guerra collocassero una consistente minoranza nella nuova area acquisita dal vincitore. Questo assicurava i motivi per un'altra guerra. Forse questa era l'idea: Se la Birmania (ora Myanmar) fosse riunita all'India oggi, e la Thailandia diventasse parte della Cina, sarebbe un ottima occasione per una guerra lungo un esteso confine in una stretta striscia di terra.

    Birmania o Myanmar?
    [SPOILER]Il 4 gennaio 1948 segna la data dell'indipendenza della Birmania (Burma in inglese, traslitterazione fonetica di Bamar, l'etnia dominante sul territorio), che assunse la forma costituzionale di una confederazione di stati ed etnie (Bamar, Shan, Mon, Kayin, Kayah, Chin, Kachin e Rakkhaing le principali). Negli anni successivi il paese fu sconvolto da numerose rivolte etniche e minacce di secessione da parte dei singoli stati, le cui pretese di autonomia vennero però azzerate dal colpo di stato del 1962. Nel 1989, allo scopo di favorire la creazione di un'identità nazionale comune per tutti i gruppi presenti sul territorio, il nome del paese venne trasformato da Birmania (= terra dei Bamar) in Unione del Myanmar (o Myanmar), suddivisa su base etnica in vari stati e divisioni.[/SPOILER]




    Il meglio l'ho lasciato per ultimo - gli Stati Uniti d'America. Prendete nota che l'intero continente Nord Americano, tra cui la Groenlandia, Canada, Messico e America Centrale sono parte degli Stati Uniti. Pensate che non possa accadere? Mai sentito del NAFTA? CAFTA? Come il Mercato Comune, il NAFTA e il CAFTA sono i primi passi. L'immigrazione clandestina dal Messico è veramente inarrestabile o è un mezzo per creare una sorta di Quinta Colonna che potrebbe in futuro agevolare la fusione con il Messico?

    Se i progettisti di questo Nuovo Ordine Mondiale "Morale" ottengono ciò che vogliono, la sovranità e la Costituzione Americana sarà persa per sempre. (Già durante l'amministrazione Americana precedente, trattative erano in corso tra Bush, Martin del Canada e Fox del Messico per creare una Unione Nord Americana. La pretesa acclamata è che questo è solo per fini commerciali e non per una unione politica.. ma potete scommettere che l'unione politica seguirà. Alla fine, il resto del Nord America verrà incluso. Mentre i piani per l'Unione del Nord America continuano alle spalle del popolo Americano, anche un' "Autostrada Trans-Texana" è in costruzione. Chiamata da molti l' "Autostrada del Nafta", questa sezionerà il Texas e terminerà inizialmente in Kansas City in un edificio Messicano doganale. Tale edificio avrà lo stesso status di un'Ambasciata. Sarà considerato suolo Messicano. Cargo-contenitori verranno scaricati dalle navi Cinesi nei porti Messicani, by-passando gli Scaricatori e i porti Americani della Costa Occidentale. Più posti di lavoro per i messicani, a spese degli Americani.)
    Assicuratevi di leggere le linee del piano. Tra l'altro, l'idea degli Stati Uniti come poliziotto del mondo non era nuova. Cecil Rhodes sognava gli Stati Uniti che prendevano auto-nominandosi il ruolo dall'Inghilterra più di un secolo fa.

    I Federalisti Mondiali e le altre organizzazioni simili hanno goduto di un notevole sostegno da finanzieri internazionali e le loro fondazioni esentasse. Vi sono dietro ad esempio i Fondi Carnegie e le Fondazioni. I finanzieri si adoperano per un governo mondiale. Più il governo si sposta da quello nazionale verso le organizzazioni internazionali, minore sarà il controllo che la gente comune avrà, poiché il potere slitta in alto e ci sfugge di mano. Attraverso il controllo di tutte le risorse naturali come la bozza del piano mostra, i finanzieri internazionali e le mega-corporazioni multinazionali arriveranno a possedere o controllare tutti i mezzi di produzione.

    Il Governo Mondiale è propagandato come un grande vantaggio per l'umanità, ma l'umanità sarà succhiata via da noi quando l'intera razza umana verrà ridotta a servitù o schiavitù.. allo stato di bestiame.

  4. #4
    Alcuni riferimenti al NWO


    Il mondo ha udito George Bush (un capitalista), Fidel Castro (un comunista) e Mikhail Gorbachev (ora un "socialdemocratico") parlare di creazione di un "NUOVO ORDINE MONDIALE". Adolf Hitler ha combattuto la seconda guerra mondiale per creare un "NUOVO ORDINE MONDIALE" e 50 milioni di persone sono morte perché Adolf Hitler voleva la stessa cosa che George Bush, Fidel Castro e Mikhail Gorbaciov vogliono.

    Uno dei riferimenti "più recenti" al Nuovo Ordine Mondiale da una grande figura politica venne fatta dal presidente Usa George Bush (Sr), che ha esplicitamente usato il termine Nuovo Ordine Mondiale per fare riferimento alla missione americana a lungo raggio ed i suoi obbiettivi a corto raggio in un mondo post-Guerra Fredda; esattamente come Roosevelt e Papa Pio XII fecero nella loro corrispondenza durante la seconda guerra mondiale; e più avanti nell'articolo andremo ad analizzare questa corrispondenza. Il termine ha un pedigree molto più vecchio della Guerra Fredda, o anche delle due guerre mondiali. Qualcuno potrebbe anche dire - e adesso stiamo deviando un po' prematuramente nel campo della teoria della cospirazione - ma solo analizzare la fonte del termine "Nuovo Ordine Mondiale" sul Sigillo americano ci porta indietro all'epoca romana, come è attestato dalla citazione (modificata) del poeta romano Virgilio sul riverso del Gran Sigillo degli Stati Uniti e (in modo significativo o meno, fin dal 1935) sul retro della banconota da un dollaro: Novus Ordo seclorum - letteralmente: "Un nuovo ordine per le Ere".


    Novus Ordo Seclorum di Virgilio

    [SPOILER]




    Foto tratta da: Le Ecloghe di Virgilio tradotte in versi italaini, di Edoardo Zama, (1892)

    La frase proviene dalle Ecloghe di Virgilio, che contiene un passaggio che recita:
    (LA)
    « Ultima Cumaei venit iam carminis aetas
    magnus ab integro saeclorum nascitur ordo.
    Iam redit et Virgo, redeunt Saturnia regna,
    iam nova progenies caelo demittitur alto. »



    (IT)
    « È giunta l'ultima era dell'oracolo di Cuma,
    nasce di nuovo il grande ordine dei secoli.
    Già ritorna la Vergine, ritornano i regni di Saturno,
    già una nuova stirpe scende dall'alto del cielo. »


    Il motto Novus Ordo Seclorum può essere tradotto in inglese come A new order of the ages.
    [/SPOILER]

    In un contesto moderno, fù il britannico Cecil Rhodes imperialista (che diede il nome alla Rhodesia) a proporre per primo un governo federale mondiale che doveva essere imposto dagli Stati Uniti e l'Impero Britannico. Il presidente statunitense Woodrow Wilson fu ispirato da un concetto simile a elaborare il suo piano per una Lega delle Nazioni a seguito della Prima Guerra Mondiale. Anche molti regimi fascisti negli anni 20, 30, 40 del XX secolo proposero una sorta di NWO - infatti, molti proclamavano un "Nuovo Ordine". HG Wells - quello di "La guerra dei mondi" - ha scritto "The Open Conspiracy" (1928) in cui descrive i suoi sforzi per spingere gli intellettuali a sostenere l'idea di una Democrazia Sociale Mondiale ed "Il Nuovo Ordine Mondiale" (1940), in cui dettaglia come una generazione di lotta sarà necessaria per superare gli avversari di un tale governo mondiale.




    Ordo Ab Chao, il motto massonico è il metodo utilizzato per piegare le popolazioni mondiali agli ideali e valori di una ristretta cerchia di persone che si definiscono "illuminate", facenti parte di organizzazioni esoteriche-misteriche.
    Alla fine della seconda guerra mondiale 3 appartenenti alla Scuola Misterica spartirono il mondo a Yalta: Winston Churchill (che il 24 maggio del 1901 fu iniziato alla Massoneria nella Loggia londinese Studholme n°1591.[1]), Franklin D. Roosevelt (iniziato l'11 Ottobre del 1911, Holland Lodge No. 8, New York City.[2]) e Stalin di cui non abbiamo documenti ufficiali circa la sua iniziazione, ma i cui legami emergono evidenti.[3]
    La sintesi di questo gioco Hegeliano delle parti che portano avanti - l'ordine a cui ambiscono - è quello che la Bibbia chiama Torre di Babele.
    Questo progetto che fino al secolo scorso era segretissimo e che circolava nelle produzioni esoteriche adesso è pubblico, ed i suoi maestri "illuminati" non hanno pudore a parlarne a viso aperto, poiché ogni nazione è capitolata ed è governata dalla scuola misterica con sede in Vaticano.




    Vediamo questi "luminari" occupare i punti sensibili, i cardini del potere delle nazioni; li sentiamo fare discorsi, un tempo proibiti e riservati ad una stretta cerchia, alla luce del sole, ma nonostante ciò questi discorsi risultano sfuggenti per coloro che non conoscono la loro dottrina, il loro credo e i loro obbiettivi ultimi; viceversa sono chiarissimi per il corpo degli adepti a cui sono rivolti veramente. Troppi sono quelli ingannati e illusi che quello che promettono sia davvero pace e libertà.
    Qual'è il vero prezzo da pagare per la realizzazione della loro utopia? Questa la domanda fondamentale. Loro dicono che il fine giustifica i mezzi e questo per te comune lettore non è un bene perché (secondo loro) o sei uno di loro o non sei nessuno!
    Le leggi che sospendono le garanzie costituzionali (frutto dello spauracchio del terrorismo - gestito dai servizi segreti nazionali attraverso canali esoterici) e i maggiori poteri, mezzi e fondi agli organi di polizia che ovunque verranno implementati, ci fanno capire quello che questi "illuminati" hanno previsto si troveranno a gestire, e si preparano anni in anticipo, tessendo la loro ragnatela in cui intendono imbrigliarci.


    [1] Giuseppe Seganti, Massoni Famosi - Atanòr Roma 2005 ISBN 88-7169-223-3.
    [2] The Grand Lodge of Free and Accepted Masons of Pennsylvania
    [3] - A.G. Michel, autore di La Dictature de la Franc-Maçonnerie sur la France, dà evidenze che il Grande Oriente di Francia decretò nel 1924, di rendere la Lega delle Nazioni “Uno strumento internazionale per la Framassoneria”.
    - Trotsky scrisse nel suo libro Stalin: «Oggi vi è una Torre di Babele al servizio di Stalin, e uno dei suoi principali centri è Ginevra, quel caldo letto di intrighi. "
    L'importanza di quanto Trotsky dice risiede nel fatto che le accuse fatte riguardo la cattiva influenza dei Massoni del Grande Oriente all'interno della Lega delle Nazioni, si applica in egual modo alla cattiva influenza che hanno nell'ambito delle Nazioni Unite oggigiorno.
    MJ Marques-Rivière autore di Comment la Franc-Maçonnerie fait une Révolution, ha avuto questo da dire: "Il centro della massoneria internazionale è a Ginevra. Gli uffici della massonica Associazione Internazionale è a Ginevra. Questo è il luogo di incontro dei delegati di quasi tutte le forme di Massoneria in tutto il mondo. L'interpretazione della Lega e del I.M.A. è semplice, evidente e confessata."
    Si può ben capire l'esclamazione nel 1924 da fratello Barcia, Past Gran Maestro del Grande Oriente spagnolo, presso il Convento del Grande Oriente al suo ritorno da Ginevra: "Ho assistito al lavoro delle commissioni. Ho sentito Paul-Boncour, Jeuhaux, Loucheur, de Jouvenal. Tutti i francesi avevano lo stesso spirito. Accanto a me erano i rappresentanti di massoni americani, e si chiesero l'un l'altro: 'Siamo in un'assemblea secolare o nell'Ordine Massonico? ... Fratello Joseph Avenal è il Segretario Generale della Lega'."
    È bene ricordare che gli Illuminati Internazionali scelsero Ginevra come sede quasi un secolo prima che l'evento seguente venne registrato. Avevano, in conformità con la loro politica, tenuto la Svizzera come nazione neutrale in tutte le controversie internazionali perché dovevano avere un luogo dove poter incontrare e istruire i loro agenti che eseguivano i loro ordini e svolgevano le loro politiche segrete.
    -Si guardi anche Pawns in the Game and Red Fog over America di William Guy Carr

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •