Ciao Magazzinho, posso dirti una cosa? È a proposito di quanto mi hai scritto quì:

Dio si trova fuori dalla porta di tutti e bussa; chi veramente vuole la verità apre, detto in altri termini Dio dona la comprensione a chi veramente la cerca, e tu eri una di quelle che nel profondo del suo cuore, anche se non se ne rendeva conto voleva e cercava la Verità. Purtroppo non tutti cercano la Verità e anche se intellettualmente ci arrivano a vedere come stanno le cose, non aprono la porta. ... Questo perchè Dio a differenza di Satana non può obbligarti ad amarlo [comunque neanche Satana ti obbliga] ...semplicemente non è possibile. Dio chiama, Satana invece inganna...
Avrei potuto lasciar perdere, non dirti niente e fregarmene, invece non mi sembra giusto nei tuoi confronti, perché come tu mi hai messo in guardia dai miei errori quando ero appena arrivata, senza neanche conoscermi, anch'io devo metterti in guardia dai tuoi, adesso piú che mai... Quando, allora, avevi scritto queste cose avevo notato che qualcosa non quadrava, e cioé che non era quello che avevo imparato dalla Bibbia, solo che pensavo che tu fossi piú informato di me sulle Scritture, dato che io ero stata nelle tenebre e mi ci avevi tirata fuori tu; quindi avevo preso per buona questa cosa perché davo per scontato che tu avessi ragione. Ma nessuno è perfetto, solo Dio. Noi siamo solo esseri umani e sbagliamo tutti. Perciò dimmi: Dio chiama, ma non può obbligarti ad amarlo?? Ma scusa... Dio non può tutto?? (Certo, non può obbligarti con la forza fisica, magari pestandoti o minacciandoti come fanno "alcuni", ma aprirti il cuore può farlo eccome!!) Quando ho letto le tue parole mi è venuto in mente il faraone che non lasciava andare gli ebrei dall'Egitto perché era Dio che gli "induriva" il cuore e non gli permetteva di lasciarsi convincere, ma poi ho lasciato perdere e non ti ho detto niente... finora.

Ecco, è scritto quì, non dirmi che non è così:
Es 9:12 Ma l'Eterno indurì il cuore del Faraone, ed egli non diede loro ascolto, come l'Eterno aveva detto a Mosè.
Es 10:20 Ma l'Eterno indurì il cuore del Faraone ed egli non lasciò andare i figli d'Israele.
Es 10:27 Ma l'Eterno indurì il cuore del Faraone ed egli non volle lasciarli andare.

Mi sembra chiaro che quando Dio ha un piano da portare a termine fa in modo da "indurire" o "aprire" il cuore di chi vuole, ...compreso il mio... se sono scritta sul libro della vita fin dalla fondazione del mondo. Perché è proprio così che è scritto:

“E tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato, l’adoreranno” (Apocalisse 13:8).

Quindi i nostri nomi sono (o non sono) scritti sul libro fin dalla fondazione del mondo, si o no? Io nella Bibbia leggo di sì, e anche che siamo "predestinati a credere" anche se siamo atei, ladri, assassini, bugiardi, adulteri, idolatri, ecc... e un giorno, quando verrà il momento, Dio ci aprirà gli occhi in un modo o nell'altro anche servendosi di altre persone e/o eventi vari (come ad esempio all'apostolo Paolo).

C'è scritto proprio così:
Ro 8:28-30 Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene per coloro che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo proponimento. Poiché quelli che egli ha preconosciuti, li ha anche predestinati ad essere conformi all'immagine del suo Figlio, affinché egli sia il primogenito fra molti fratelli. E quelli che ha predestinati, li ha pure chiamati; quelli che ha chiamati, li ha pure giustificati; e quelli che ha giustificati, li ha pure glorificati.

E anche quì:
Ef 1: ...4-5 allorché in lui ci ha eletti prima della fondazione del mondo, affinché fossimo santi e irreprensibili davanti a lui nell'amore, avendoci predestinati ad essere adottati come suoi figli per mezzo di Gesù Cristo secondo il beneplacito della sua volontà, ...11 In lui siamo anche stati scelti per un'eredità, essendo predestinati secondo il proponimento di colui che opera tutte le cose secondo il consiglio della sua volontà,

E chi non apre gli occhi è perché non può:
Gio 12:37-40 Sebbene avesse fatto tanti segni davanti a loro, non credevano in lui, affinché si adempisse la parola detta dal profeta Isaia: «Signore, chi ha creduto alla nostra predicazione? E a chi è stato rivelato il braccio del Signore?». Perciò non potevano credere, perché Isaia disse ancora: «Egli ha accecato i loro occhi e ha indurito il loro cuore, perché non vedano con gli occhi, non intendano col cuore, non si convertano e io non li guarisca».

Dice che "non potevano credere" perché era Dio che non lo permetteva.
È scritto molto chiaro e semplice. Non credo che si possano smentire queste affermazioni della Bibbia con altre che le negano per il semplice motivo che non possono esserci, perché la Bibbia non si contraddice. Dimmi se mi sbaglio.

Poi hai detto anche:
Purtroppo non tutti cercano la Verità e anche se intellettualmente ci arrivano a vedere come stanno le cose, non aprono la porta (questo è anche l'unico peccato imperdonabile -quello contro lo Spirito Santo-che la Bibbia ci dice).
Anche quì devo dirti qualcosa: quelli che peccano contro lo Spirito Santo non sono quelli che arrivano a vedere come stanno le cose e non aprono la porta (anche perché chi non apre a Dio non vede proprio niente, è cieco completo), ma quelli che prima si sono ravveduti e hanno creduto e poi abbandonano la grazia che hanno ricevuto voltando le spalle a Gesú e al suo sacrificio. È questo l'unico peccato imperdonabile.

Lo dice quì:
Ebrei 6:4-6 Quelli infatti che sono stati una volta illuminati, hanno gustato il dono celeste, sono stati fatti partecipi dello Spirito Santo e hanno gustato la buona parola di Dio e le potenze del mondo a venire, se cadono, è impossibile riportarli un'altra volta al ravvedimento, poiché per conto loro crocifiggono nuovamente il Figlio di Dio e lo espongono a infamia.

E anche quì:
Ebrei 10:26-29 Infatti, se noi pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più alcun sacrificio per i peccati,*ma soltanto una spaventosa attesa di giudizio e un ardore di fuoco che divorerà gli avversari. Chiunque trasgredisce la legge di Mosè muore senza misericordia sulla parola di due o tre testimoni. Quale peggiore castigo pensate voi merita colui che ha calpestato il Figlio di Dio e ha considerato profano il sangue del patto col quale è stato santificato, e ha oltraggiato lo Spirito della grazia?

Capisci il motivo per cui ti sto dicendo queste cose, Magazzinho? Quello che hai detto è sbagliato e sentivo di dovertelo fare sapere, sono in debito con te, te lo devo. Spero che non te la prenda per questo appunto che ti sto facendo, ricordati: "Fedeli sono le ferite di un amico, ma ingannevoli sono i baci di un nemico." (Pro 27:6) Io non voglio fare polemiche nè convincere per forza nessuno, ma la Bibbia dice una cosa e tu hai detto il contrario. Io sono fermamente convinta di quello che ho detto perché lo afferma la Scrittura, ma tu puoi continuare a credere quello che vuoi.

Scusa, ma ritenevo importante tutto questo... e te l'ho detto. Ciao.

PS Almeno adesso Devhalan non potrà piú dire che sono manipolata!