Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
Non sei credibile Alioth, non sai dove attraccare, parli di superstizione ...esattamente come i romani che etichettavano il cristianesimo come una superstizione 2000 anni fa.. e cosa portavano in cambio? I miti pagani che deificavano le forze della natura...
Lo Spirito Santo per te non vorrà dire niente, ma per i cristiani è il consolatore che Gesù ci ha inviato quando è asceso nei cieli, e ci guida in ogni verità... voi rifiutando lo Spirito di Verità pretendete di comprendere le Scritture... e i risultati si vedono... parlami del tuo Dio Alioth sentiamo..



La critica testuale fa acqua da tutte le parti, ha introdotto l'errore nella Scrittura e le sue teorie sono false indimostrate, non vi è un riscontro oggettivo nelle evidenze documentali parlo ad esempio dell' ARGOMENTO GENEAOLOGICO, il principio che i testi più antichi sono i migliori o che le letture più brevi sono le migliori..


Se prendo un pezzo come sostieni mostrami il resto che tralascerei


Tutto è relativo... wow! Anche i tuoi peccati?
Parliamo allora nel merito della critica testuale:

Marco 2

Gesù viene apostrofato dai farisei per il sabato e lui vuole mostrargli che il sabato è fatto per l'uomo e non l uomo per il sabato e ricorda loro come si era comportato re David quando lui e sui uomini avevano avuto fame e come fossero entrati nel tempio"al tempo del sommo sacerdote Abiatar" e avessero consumato i pani sacri che solo ai sacerdoti era lecito mangiare.Il problema è che il passo citato da Gesù (1 Sam 21,1-6) cosultantolo che l episodio di Davide era avvenuto non quando era sacerdote Abiatarma quando lo era Achimelech ,suo padre.

Come smentisci quello che sembra un errore grossolano di chi ha scritto Marco?