Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 49
  1. #31
    Citazione Originariamente Scritto da devhalan Visualizza Messaggio
    Facciamo una cosa, proviamo ad affrontare il discorso in maniera diversa, partiamo dalla genesi, secondo te tutti gli eventi che si sono svolti nella genesi preesistevano nella mente di dio, o sono il frutto di uno sviluppo storico, nel senso che quando Caino ha ucciso Abele è stato Caino che ha cambiato il corso della storia?
    Dio è il creatore dello spazio della materia e del TEMPO. Questo vuol dire che non è limitato ad essi... noi si. Dio conosce dall'inizio la fine ma questo non vuol dire che noi siamo marionette nelle sue mani bensì che conosce già tutte le scelte che ogniuno di noi farà. Sapeva dal principio cosa avrebbe deciso Caino ma Caino ha esercitato il suo libero arbitrio. I tentativi di persuaderlo a seguire la retta via non hanno persuaso Caino a scegliere il bene.
    La storia prende il corso che l'umanità nel suo complesso sceglie e Dio sa dove ogni elemento di questo sistema si troverà rispetto al rispetto della giustizia e dell'amore che Egli vuole ogni essere umano persegua.
    In questo sistema ci sono due forze contrapposte che tirano per la giacca l'essere umano: lo Spirito di Dio e lo spirito di Satana cercando di condizionare le sue scelte, Gesù attraverso la sua Parola scritta e Satana attraverso i suoi sotterfugi e inganni.
    La fine però è già scritta, Gesù avrà un suo popolo che lo glorificherà in terra quando ritornerà a ristabilire l'ordine ed eliminare definitivamente il male.

  2. #32
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Dio è il creatore dello spazio della materia e del TEMPO. Questo vuol dire che non è limitato ad essi... noi si. Dio conosce dall'inizio la fine ma questo non vuol dire che noi siamo marionette nelle sue mani bensì che conosce già tutte le scelte che ogniuno di noi farà. Sapeva dal principio cosa avrebbe deciso Caino ma Caino ha esercitato il suo libero arbitrio. I tentativi di persuaderlo a seguire la retta via non hanno persuaso Caino a scegliere il bene.
    La storia prende il corso che l'umanità nel suo complesso sceglie e Dio sa dove ogni elemento di questo sistema si troverà rispetto al rispetto della giustizia e dell'amore che Egli vuole ogni essere umano persegua.
    In questo sistema ci sono due forze contrapposte che tirano per la giacca l'essere umano: lo Spirito di Dio e lo spirito di Satana cercando di condizionare le sue scelte, Gesù attraverso la sua Parola scritta e Satana attraverso i suoi sotterfugi e inganni.
    La fine però è già scritta, Gesù avrà un suo popolo che lo glorificherà in terra quando ritornerà a ristabilire l'ordine ed eliminare definitivamente il male.
    Usiamo i termini giusti, quella che intendi tu si chiama provvidenza, che dio creò il tempo è tutto da dimostrare, la bibbia dice che nel principio dio creò non che creò il principio, detto questo sicuramente dio guarda le cose come se fosse sulla cima di un monte mentre noi siamo relazionati a dei luoghi, forme e tempi, compito della storia trarre queste relazioni, anche perchè è vero che la vita affettiva è complicata ed è difficile spiegarla alla perfezione, però che senso ha persuaderlo se sapeva già la scelta

  3. #33
    Citazione Originariamente Scritto da devhalan Visualizza Messaggio
    Usiamo i termini giusti, quella che intendi tu si chiama provvidenza, che dio creò il tempo è tutto da dimostrare, la bibbia dice che nel principio dio creò non che creò il principio, detto questo sicuramente dio guarda le cose come se fosse sulla cima di un monte mentre noi siamo relazionati a dei luoghi, forme e tempi, compito della storia trarre queste relazioni, anche perchè è vero che la vita affettiva è complicata ed è difficile spiegarla alla perfezione, però che senso ha persuaderlo se sapeva già la scelta
    Il termine STORIA viene dal greco istoría che significa ricerca. Questa ricerca va sempre a ritroso e segue un ordine cronologico. La storia riunisce tutti i fatti accaduti nel passato, da quando l'uomo è comparso sulla Terra fino ai nostri giorni.
    Quando Dio guidò santi uomini alla preservazione (con le Sacre Scritture) della storia che ha ritenuto essere necessaria all'uomo per conoscerLo, comprendere le Sue verità e pervenire così alla salvezza eterna, ha raccontato la verità, e questo è un fatto che va accettato per fede perchè non possiamo tornare indietro nel tempo, ma la fede che ci chiede non è cieca, ci invita a verificare... le pietre parleranno circa le verità di Dio se non lo farà l'uomo!

    Se le parole sono vere allora la Scienza e la storiografia e l'archeologia corroborerà quei fatti narrati nelle Scritture. Nonostante questo avvenga continuamente, non possiamo utilizzare la storia o la scienza per confermare l'intento dei cuori dei personaggi biblici, non possiamo con questi strumenti confermare una resurrezione, possiamo solo credere in coloro che furono testimoni e che hanno tramandato ciò che hanno visto e scritto. Ma alcuni potrebbero (e lo fanno già) pur riconoscendo la storicità di certi avvenimenti negarne il carattere miracoloso, cercare mille ragioni per spiegare l'apertura delle acque del Mar Rosso (bassa marea, tornado etc), della moltiplicazione dei pani (gioco di prestigio), resurrezione (un sosia sostituto)...
    La storiografia ha i suoi grossi limiti... Dio richiede che il suo popolo lo segua per fede, fede nella parola fatta carne, quella parola che dal principio era con Dio e che era Dio (verità).

    Prova a rifletterci su:
    Se Dio non ha creato il tempo allora o il tempo è eterno ed è sempre esistito ed è a questo punto il tempo stesso Dio, oppure un altro Dio ha creato il tempo oltre il Dio biblico (se Egli non ne è il creatore) che è a sua volta una creatura. Ma la concezione di Dio che fuoriesce dalle Scritture è questa:
    un entità eterna, non creata, onniscente onnipresente.

    Se prendiamo questi attributi e li attribuiamo a qualcos'altro divinizziamo quel qualcos'altro non credi?

    Se il Dio Biblico non ha avuto origine come può essere soggetto al tempo e ad un principio
    ? Egli è il principio

    Nel principio PER LE CREATURE VIVENTI (tra cui noi) Dio crea ogni cosa, quello è il principio della storia anche umana, c'è stato un tempo, uno spazio e una materia generata da Dio che prima non esisteva

    Genesi 2:
    4 TALI furono le origini del cielo e della terra, quando quelle cose furono create, nel giorno che il Signore Iddio fece la terra e il cielo;

    Quelle sono le origini in cui e per cui gli esseri viventi furono creati da Dio... ovvero Dio crea un principio di un qualcosa

    Ma come possiamo invece noi esseri umani che siamo esseri finiti comprendere l'infinito?
    Come possiamo noi che siamo mortali comprendere l'immortalità?
    Come possiamo noi che siamo generati e vediamo che tutto ha un principio e una fine comprendere l'eternità?

    Dio per comunicare con noi utilizza un linguaggio finito imperfetto e limitato perchè quello noi conosciamo e comprendiamo.

    Dio è l'alfa (il principio) e l'omega (la fine) quindi: in principio era Dio non il tempo perchè è una condizione fisica a cui le creature separate dai Dio sono soggette non il Creatore, il principio è Dio,

    Apocalisse 1:8
    «Io sono l'Alfa e l'Omega, il principio e la fine», dice il Signore «che è, che era e che ha da venire, l'Onnipotente»

    E' tanto vero che Dio non è soggetto al tempo che Egli rompe le regole temporali a cui noi invece siamo soggetti... e come?:

    Annunciando le cose prima che accadano, come dici tu: guarda le cose come se fosse sulla cima di un monte mentre noi siamo relazionati a dei luoghi, forme e tempi

    La scrittura dice:
    Isaia 46:10
    che annuncio la fine fin dal principio, e molto tempo prima le cose non ancora avvenute, che dico: "Il mio piano sussisterà e farò tutto ciò che mi piace",


    Riferito a Gesù Dio parlando di Melkisedek leggiamo che Gesù era:

    Ebrei 7:3
    Senza padre, senza madre, senza genealogia, senza principio di giorni né fine di vita, ma fatto simile al Figlio di Dio, egli rimane sacerdote in eterno

    La concezione di Eternità scavalca il tempo fisico per come lo intendiamo noi e al quale siamo soggetti noi, quindi per forza di cose Dio crea il tempo, lui che non ha tempo che non ha un principio crea dei principi.. il nostro principio, il principio dell'universo, il principio della vita.
    Spero che questo ti aiuti a comprendere meglio il mio pensiero

  4. #34
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Il termine STORIA viene dal greco istoría che significa ricerca. Questa ricerca va sempre a ritroso e segue un ordine cronologico. La storia riunisce tutti i fatti accaduti nel passato, da quando l'uomo è comparso sulla Terra fino ai nostri giorni.


    Quando Dio guidò santi uomini alla preservazione (con le Sacre Scritture) della storia che ha ritenuto essere necessaria all'uomo per conoscerLo, comprendere le Sue verità e pervenire così alla salvezza eterna, ha raccontato la verità, e questo è un fatto che va accettato per fede perchè non possiamo tornare indietro nel tempo, ma la fede che ci chiede non è cieca, ci invita a verificare... le pietre parleranno circa le verità di Dio se non lo farà l'uomo!
    ogni parola viene da dio, prima della torre di babele c' era un vocabolario unico se esiste la parola historia vuol dire che la ricerca è uno dei mezzi per conoscere dio, altrimenti mi devi spiegare quali erano le parole di questo vocabolario e perchè altre devono essere escluse

    Se le parole sono vere allora la Scienza e la storiografia e l'archeologia corroborerà quei fatti narrati nelle Scritture. Nonostante questo avvenga continuamente, non possiamo utilizzare la storia o la scienza per confermare l'intento dei cuori dei personaggi biblici, non possiamo con questi strumenti confermare una resurrezione, possiamo solo credere in coloro che furono testimoni e che hanno tramandato ciò che hanno visto e scritto. Ma alcuni potrebbero (e lo fanno già) pur riconoscendo la storicità di certi avvenimenti negarne il carattere miracoloso, cercare mille ragioni per spiegare l'apertura delle acque del Mar Rosso (bassa marea, tornado etc), della moltiplicazione dei pani (gioco di prestigio), resurrezione (un sosia sostituto)...
    Uno storico deve partire neutrale, se ha fede sarà più stimolato nella ricerca, ma la ricerca può portare anche a un risultato opposto alla sua fede, ci sono per prima cosa nella storia dei dati oggettivi, dopo viene l' interpretazione, è ovvio che se uno è ateo o scettico intepreterà in una certa maniera ma lo si nota dal registro che usa
    La storiografia ha i suoi grossi limiti... Dio richiede che il suo popolo lo segua per fede, fede nella parola fatta carne, quella parola che dal principio era con Dio e che era Dio (verità).
    lo spirito santo è più importante della parola fatta carne, l' ha detto gesù stesso

    Sul tempo risponderò un ' altro giorno

  5. #35
    ogni parola viene da dio, prima della torre di babele c' era un vocabolario unico se esiste la parola historia vuol dire che la ricerca è uno dei mezzi per conoscere dio, altrimenti mi devi spiegare quali erano le parole di questo vocabolario e perchè altre devono essere escluse
    Si certo la ricerca è un mezzo per conoscere Dio.
    Non ho capito però la tua risposta. Ricorda inoltre una cosa, il depositario della parola è sempre stato il popolo di Dio, sorgono problemi quando persone che non sono guidate dallo Spirito Santo pretendono di dire cosa sia verità e cosa no degli eventi storici narrati nella scrittura e della parola stessa.

    Uno storico deve partire neutrale, se ha fede sarà più stimolato nella ricerca, ma la ricerca può portare anche a un risultato opposto alla sua fede, ci sono per prima cosa nella storia dei dati oggettivi, dopo viene l' interpretazione, è ovvio che se uno è ateo o scettico intepreterà in una certa maniera ma lo si nota dal registro che usa
    Uno storico deve cercare la verità che è un po diverso dall'essere neutrale... e l'unico a guidare in tutta la verità è lo Spirito Santo tienilo presente, e si può essere guidati dallo Spirito di Dio se si ha un cuore puro e sottomesso a Dio. I dati oggettivi possono essere interpretati in mille modi appunto, daltronde se un evoluzionista e un creazionista guarda al Grand Canyon uno dice che venne generato in milioni di anni, l'altro in poco tempo... eppure l'evidenza oggettiva è la stessa, il Canyon è li con le sue strisce sia per l'uno che per l'altro... E allora come la mettiamo?
    L'evoluzionista tira fuori una sua ipotesi sull'origine e crea una teoria. Essendo che nel suo impianto teoretico ci vogliono milioni di anni per originare la stratigrafia la teoria non può essere supportata con sperimentazione diretta, non possiamo riprodurre il fenomeno in laboratorio, non possiamo ripetere il fenomeno quindi mai oservarlo. Chi è creaazionista guarda al mondo con il filtro della testimonianza che Dio ci ha lasciato, sa che ci fù un diluvio universale e quindi fa le sue ipotesi: se il racconto biblico è veritiero allora dovrei trovare roccia sedimentaria ovunque nel mondo, fossili sulle montagne più alte, milioni di resti animali e vegetali inglobati nel fango... noi abbiamo tutto ciò. Poi dovrei trovare sedimentazione in strati perchè il tcataclisma avvenne nell'acqua. Possiamo riprodurre seguendo questa teoria sperimentalmente la stratigrafia.. basta agitare vari tipi di terra in liquido e otteniamo gli strati perfettamente aderenti come nel canyon.
    Ma scienza e storia non proverebbe mai che il Dio biblico ha fatto tutto ciò, perchè non possiamo tornare indietro nel tempo, a quello bisogna crederci per fede. le evidenze supportano il racconto biblico e lo Spirito Santo convince di verità

    lo spirito santo è più importante della parola fatta carne, l'ha detto gesù stesso
    Dove l ha detto?

  6. #36
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Si certo la ricerca è un mezzo per conoscere Dio.
    Non ho capito però la tua risposta. Ricorda inoltre una cosa, il depositario della parola è sempre stato il popolo di Dio, sorgono problemi quando persone che non sono guidate dallo Spirito Santo pretendono di dire cosa sia verità e cosa no degli eventi storici narrati nella scrittura e della parola stessa.
    Prima che ci fosse il fatto della torre di babele noè e company di cosa parlavano? c' era un linguaggio quotidiano che si adattava alle varie situazioni o si parlava solo degli eventi storici narrati dalle scritture? ( che non c' erano ancora )

    Uno storico deve cercare la verità che è un po diverso dall'essere neutrale... e l'unico a guidare in tutta la verità è lo Spirito Santo tienilo presente, e si può essere guidati dallo Spirito di Dio se si ha un cuore puro e sottomesso a Dio. I dati oggettivi possono essere interpretati in mille modi appunto, daltronde se un evoluzionista e un creazionista guarda al Grand Canyon uno dice che venne generato in milioni di anni, l'altro in poco tempo... eppure l'evidenza oggettiva è la stessa, il Canyon è li con le sue strisce sia per l'uno che per l'altro... E allora come la mettiamo?
    L'evoluzionista tira fuori una sua ipotesi sull'origine e crea una teoria. Essendo che nel suo impianto teoretico ci vogliono milioni di anni per originare la stratigrafia la teoria non può essere supportata con sperimentazione diretta, non possiamo riprodurre il fenomeno in laboratorio, non possiamo ripetere il fenomeno quindi mai oservarlo. Chi è creaazionista guarda al mondo con il filtro della testimonianza che Dio ci ha lasciato, sa che ci fù un diluvio universale e quindi fa le sue ipotesi: se il racconto biblico è veritiero allora dovrei trovare roccia sedimentaria ovunque nel mondo, fossili sulle montagne più alte, milioni di resti animali e vegetali inglobati nel fango... noi abbiamo tutto ciò. Poi dovrei trovare sedimentazione in strati perchè il tcataclisma avvenne nell'acqua. Possiamo riprodurre seguendo questa teoria sperimentalmente la stratigrafia.. basta agitare vari tipi di terra in liquido e otteniamo gli strati perfettamente aderenti come nel canyon.
    Ma scienza e storia non proverebbe mai che il Dio biblico ha fatto tutto ciò, perchè non possiamo tornare indietro nel tempo, a quello bisogna crederci per fede. le evidenze supportano il racconto biblico e lo Spirito Santo convince di verità
    I dati possono essere intepretati in molti modi solo nella prima fase della ricerca storica dopo li si adatta a quel che è l' oggetto della ricerca e quindi li si interpreta in questo modo, ma la storia è questo intepretazione, i dati però più di ogni altra cosa permettono di vagliare tutte le posizioni
    ad esempio la stratigrafia e i fossili non possono essere una prova del diluvio proprio perchè i dati non sono sufficienti per contrastare le teorie evoluzionistiche che anche spiegano il fatto accaduto

    Dove l ha detto?
    32 E chiunque parla contro il Figlio dell'uomo, sarà perdonato; ma chi parla contro lo Spirito Santo, non gli sarà perdonato, né in questa età né in quella futura»

  7. #37
    Prima che ci fosse il fatto della torre di babele noè e company di cosa parlavano? c' era un linguaggio quotidiano che si adattava alle varie situazioni o si parlava solo degli eventi storici narrati dalle scritture? ( che non c' erano ancora )
    Di cosa parlavano? Continuo a non capire le tue argomentazioni. Avevano una lingua e parlavano come te e me di fatti quotidiani, spirituali familiari etc. Non esistevano le scritture allora. La scrittura venne codificata per la prima volta con Mosè e Mosè riportò ispirato da Dio i fatti avvenuti dall'origine del tutto fino al suo tempo. Prima di allora la conoscenza di Dio era tramandata oralmente. Questi sono i fatti storiografici biblici come ben sai, poi la storiografia extrabiblica più antica di quella biblica conferma sempre la Bibbia... vedi le tavolette d'Ebla:
    La scoperta dell'archivio di Ebla (documenti scritti su tavole di creta a partire dal 2300 a.C. circa), verso la fine degli anni 1970 ha dimostrato che il racconto biblico che riguarda i Patriarchi è attendibile. Questi reperti confermano che diversi nomi di persone e di luoghi nella narrativa della Genesi sono autentici. Ad esempio, era in uso ad Ebla il nome "Canaan", che un tempo i critici dichiaravano non usato in quell'epoca e quindi adoperato a sproposito nei primi capitoli della Bibbia. Si affermava che la parola "tehom" ("l'abisso") in Genesi 1:2 fosse una parola tardiva e quindi una prova della tarda composizione del racconto della Creazione. Ma "tehom" faceva parte del vocabolario in uso ad Ebla, circa 800 anni prima del tempo di Mosè! I costumi antichi riflessi nelle narrative dei Patriarchi sono stati confermati anche da tavole di creta rinvenute a Nuzi e a Mari. Non ho capito cosa intendi.

    I dati possono essere intepretati in molti modi solo nella prima fase della ricerca storica dopo li si adatta a quel che è l' oggetto della ricerca e quindi li si interpreta in questo modo, ma la storia è questo intepretazione, i dati però più di ogni altra cosa permettono di vagliare tutte le posizioni
    ad esempio la stratigrafia e i fossili non possono essere una prova del diluvio proprio perchè i dati non sono sufficienti per contrastare le teorie evoluzionistiche che anche spiegano il fatto accaduto
    Non capisco il ragionamento che fai quando parli di prima fase della ricerca e adattamento all'oggetto della ricerca... prova a farmi un esempio concreto.
    La storia è ricerca, è raccolta di evidenze che portano molte certezze. La storiografia, quello che apprendiamo dai testi scritti può essere pienamente dimostrato dall'archeologia. Vuoi un esempio?
    Gli Ittiti una volta si pensava fossero una leggenda biblica, fino a quando nel 1906 la loro capitale e i loro archivi furono scoperti a Bogazkoy in Turchia.
    Non abbiamo quì una storia che è in balia dell'interpretazione, abbiamo un documento storiografico (la Bibbia) che parla di un popolo di cui si era persa la memoria ma che l'archeologia dimostrò senza possibilità di dubbio che quando essa parlava e documentava di quel popolo ritenuto leggendario (gli Ittiti) aveva sempre detto la verità nonostante non vi fossero evidenze esterne a supporto.

    La stratigrafia ed i fossili POSSONO essere una prova del diluvio, perchè se la Bibbia narra di un evento catastrofico in cui tutta la terra venne sommersa dalle acque allora ci dovrebbero essere evidenze a supporto: abbiamo fossili acquatici sulle vette dell'Himalaya.

    <div style="float: left; margin-right: 20px">

    </div>
    Ammoniti fossili (cefalopodi marini a spirale) come queste si trovano in letti di pietra calcarea sulle vette dell'Himalaya in Nepal a 8,848 metri sopra il livello del mare. Tutti i geologi concordano sul fatto che le acque oceaniche devono aver sepolto questi fossili marini in questi letti di calcare. Allora come si sono formati questi letti di calcare sulle vette dell'Himalaya?

    Seguendo il racconto biblico è tutto logico ed è ciò che ci aspettiamo di trovare; gli strati di roccia in Himalaya e altre catene montuose di tutto il mondo sono stati depositati durante il diluvio, ben prima che si fossero formate queste montagne. Infatti, molte di queste catene montuose sono state spinte dai movimenti di terra fino alle loro attuali alte quote alla fine del diluvio. Questo viene registrato nel Salmo 104:8 I monti sorsero e le valli si abbassarono nel luogo che tu avevi fissato per loro.

    Che poi i dati sono dati la teoria evolutiva non può spigare il fenomeno perchè afferma che ci vollero milioni e milioni di anni per la formazione di tali monti e per questo la loro visione è impossibile perchè contraddetta dalle loro stesse misurazioni. Infatti l'altezza dei monti secondo loro è frutto sia delle spinte dal basso che dall'erosione degli agenti atmosferici. La vetta dei monti come l'Himalaya non potrebbero avere fossili perche secondo la loro teoria la vetta èssendo la prima ad emergere dalle acque è anche la più antica e la più soggetta all'erosione degli agenti atmosferici. Informati sulla percentuale dell'erosione subito dalle vette delle montagne in milioni di anni.... è impossibile che vi siano fossili, è un semplice calcolo matematico. La loro teoria si contraddice clamorosamente ed i fossili ad 8000 metri sono un duro colpo alla teoria evolutiva è una prova schiacciante per il diluvio

    32 E chiunque parla contro il Figlio dell'uomo, sarà perdonato; ma chi parla contro lo Spirito Santo, non gli sarà perdonato, né in questa età né in quella futura»
    mica questo passo vuol dire che lo spirito santo è più importante della parola fatta carne!
    Lo Spirito Santo il figlio ed il Padre sono uno tralaltro è il Figlio che invia lo Spirito Santo, quindi per ruolo lo Spirito santo è subordinato al Figlio come il figlio è subordinato al padre... in ruolo e autorità non in status.

  8. #38
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Seguendo il racconto biblico è tutto logico ed è ciò che ci aspettiamo di trovare; gli strati di roccia in Himalaya e altre catene montuose di tutto il mondo sono stati depositati durante il diluvio, ben prima che si fossero formate queste montagne. Infatti, molte di queste catene montuose sono state spinte dai movimenti di terra fino alle loro attuali alte quote alla fine del diluvio. Questo viene registrato nel Salmo 104:8 I monti sorsero e le valli si abbassarono nel luogo che tu avevi fissato per loro.
    .
    Sulle altre cose risponderò più avanti però in generale ci sarebbe da approfondire perchè in natura anche ciò che può sembrare certo o ovvio in realtà non lo è, nei fossili ci vedi una certezza, io credo che la nostra mente è limitata e quindi penso sempre che non abbiamo mai una conoscenza adeguata delle cose esterne, arriviamo alla conoscenza connettendo le idee però a dire che dei semplici fossili sono la prova che danno la certezza del diluvio c' è ne passa, le montagne possono anche essere venute dall' acqua per impulso senza metterci milioni di anni, poi bisognerebbe vedere il tipo di montagna quanti sedimenti ha ecc.., alla fine guarda che anche un continente è come se fosse una montagna, mi chiedo perchè dio non lo abbia detto già dalla genesi che ha creato tutti i monti e ha dovuto aspettare i salmi, ti dico la verità l' origene dell' himalaya
    l' ho sempre trovata inspiegabile e misteriosa, quel salmo a cui non ci avevo mai fatto caso con attenzione lo spiegherebbe, però dubito che altri monti come le alpi e gli appennini si siano formate in quel momento, ancora non c' era stato il fatto della torre di babele, quindi le forme dei continenti non erano come oggi, inoltre la forma delle alpi hanno una forma a spirale che richiama alla spirale aurea ( numero molto presente in natura ), se questa forma l' ha creata dio mi chiedo perchè non ci sono nelle altre montagne

    inoltre la genesi più avanti dice che ' è stata una divisone della terra tra oriente e occidente

  9. #39
    Citazione Originariamente Scritto da devhalan Visualizza Messaggio
    Sulle altre cose risponderò più avanti però in generale ci sarebbe da approfondire perchè in natura anche ciò che può sembrare certo o ovvio in realtà non lo è, nei fossili ci vedi una certezza, io credo che la nostra mente è limitata e quindi penso sempre che non abbiamo mai una conoscenza adeguata delle cose esterne, arriviamo alla conoscenza connettendo le idee però a dire che dei semplici fossili sono la prova che danno la certezza del diluvio c' è ne passa, le montagne possono anche essere venute dall' acqua per impulso senza metterci milioni di anni, poi bisognerebbe vedere il tipo di montagna quanti sedimenti ha ecc.., alla fine guarda che anche un continente è come se fosse una montagna, mi chiedo perchè dio non lo abbia detto già dalla genesi che ha creato tutti i monti e ha dovuto aspettare i salmi, ti dico la verità l' origene dell' himalaya
    l' ho sempre trovata inspiegabile e misteriosa, quel salmo a cui non ci avevo mai fatto caso con attenzione lo spiegherebbe, però dubito che altri monti come le alpi e gli appennini si siano formate in quel momento, ancora non c' era stato il fatto della torre di babele, quindi le forme dei continenti non erano come oggi, inoltre la forma delle alpi hanno una forma a spirale che richiama alla spirale aurea ( numero molto presente in natura ), se questa forma l' ha creata dio mi chiedo perchè non ci sono nelle altre montagne

    inoltre la genesi più avanti dice che ' è stata una divisone della terra tra oriente e occidente
    Con quello che ti ho scritto ho voluto semplicemente dirti che le evidenze empiriche storiografiche e scientifiche sostengono la Bibbia e la storia che racconta sin dalla genesi, quindi la Creazione mentre al contrario la teoria evolutiva rimane una teoria non sperimentabile e quindi non dimostrabile e consentimi anche illogica.
    I fossili sostengono la Creazione e non l'evoluzione... tutto quì... si dovrebbe trovare un alternativa all'evoluzione dunque... tu ne hai una?

    Un continente non è una montagna abbi pazienza.

    I salmi quando parlano di cose del tempo della genesi si riferiscono al tempo della genesi, quando parlano del tempo del diluvio, si riferiscono al tempo del diluvio... nella Scrittura non abbiamo solo narrazione in ordine cronologica bensì anche tematica, quindi non è determinante dove si trovi.

    Come mai associ i continenti alla torre di babele?

    La spirale aurea cosa ha a che fare con le scritture?

  10. #40
    Citazione Originariamente Scritto da Magazzinho Visualizza Messaggio
    Con quello che ti ho scritto ho voluto semplicemente dirti che le evidenze empiriche storiografiche e scientifiche sostengono la Bibbia e la storia che racconta sin dalla genesi, quindi la Creazione mentre al contrario la teoria evolutiva rimane una teoria non sperimentabile e quindi non dimostrabile e consentimi anche illogica.
    I fossili sostengono la Creazione e non l'evoluzione... tutto quì... si dovrebbe trovare un alternativa all'evoluzione dunque... tu ne hai una?
    Io contesto solo il fatto che i fossili sono sufficienti a validare come prova la teoria creazionista, perchè nella logica della teoria evoluzionistica è abbastanza normale che ci possono essere stati numerosi cataclismi ed emersione di terre

    Un continente non è una montagna abbi pazienza.
    Personalmente in base a lunghe ricerche personali sono giunto alla conclusione che l' Europa è una grande montagna, e che un po' tutti i continenti possono essere collegati come se fossero petali di un fiore, se è vera la teoria creazionista è stata creata da dio, in caso contrario non è altro che il risultato di larghi strati di sedimenti che si sono accumulati nel tempo, ne parlava Platone, non mi ricordo se nel timeo o nell' altro racconto in cui parla di Atlantide


    Come mai associ i continenti alla torre di babele?
    Perchè all' inizio la bibbia parla e descrive fiumi solo della zona medioorientali, se i continenti erano come oggi perchè non ne parla? mi pare poi che con la torre di babele ci fu' una divisione in base a dei luoghi e dei territori

    La spirale aurea cosa ha a che fare con le scritture?
    E' un numero molto presente in natura caratterizzato da leggi matematiche, non può essere una semplice coincidenza se il mondo è stato creato da dio, le alpi hanno una forma che richiama alla spirale aurea

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Discussioni Simili

  1. Ciao a tutti
    Di AltaLancaster nel forum Presentazioni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-05-2014, 10:54 PM
  2. Ciao
    Di FlorrieSackett2 nel forum Presentazioni
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-20-2013, 07:36 AM
  3. Ciao
    Di TeganWeddle547 nel forum Presentazioni
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-08-2013, 07:47 PM
  4. ciao a tutti sono cristiano
    Di Anittacat nel forum Presentazioni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 03-16-2013, 08:05 PM
  5. Ciao!
    Di Johnniemup nel forum Presentazioni
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 03-16-2013, 05:07 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •