Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: ci risiamo

  1. #1

    ci risiamo

    Ciao, sono sempre io, anche se a dire il vero mi ero cancellato dal vecchio forum poco prima che lo cancellassero con molta libertà.
    Spero che non vi diaspiaccia se vi leggo, anche se questo non è l'unico forum che leggo, vado in giro molto per forum esteri, ma come forum Italiani, questo è il top sugli argomenti che vengono trattati.
    Anche se differisco con alcune ipotesi di Magazzinho, apprezzo comunque la sua volontà di rimettere su un forum e di usare ore e ore della sua vita per riscrivere e commentare tutto.
    Che dire? un saluto a tutti, vecchi e nuovi, ci becchiamo in giro, ciao.

  2. #2

  3. #3
    Ciao Seventy bentornato, grazie per l'apprezzamento e lo sai che chi ha diverse posizioni dalle mie è ancora più ben venuto

  4. #4
    Differire su alcune ipotesi, non è differire totalmente, e poi sai com'è, nella vita c'è tanto da imparare, e mai bisogna prendersi di presunzione quando c'è un dubbio o quando ci sono delle piccole crepe in un vaso che esteriormente sembra perfetto, perché si finisce per rimanere intrappolati di qualcosa che a mente lucida risulta chiaramente essere una beffa, e questo vale per tutti.

  5. #5
    Il vero problema è quando si fa di un'ipotesi un vero e proprio dogma, li non si accettano consigli altrui, nemmeno quello di Dio, e risulta inutile leggere la Bibbia, perché si accetta quell'ipotesi come assoluta, altrimenti non ti accettano in una comunità. (a buon intenditore poche parole). Siamo tutti sotto lavaggio di cervello, nessuno escluso, e anche i più svegli possono cadere negli inganni; sono l'umiltà e il voler seguire solo Dio come insegnante che ci danno apertura mentale. E c'è differenza gente fra l'osservare un'ipotesi con umiltà e l'accettarla assolutamente col consenso e sotto esigenza assolutistica di un'associazione, il risultato diventa odio e rigetto di parti importanti che compongono la verità e che non ritroveremo mai più, perderemo visioni importanti che non avendole potremmo inciampare e perdere una mano tesa e forte come quella di Dio, per seguire una dottrina che però ci fa stare in una comunità di determinate persone. Ai tempi degli apostoli c'era una sola comunità, e questo dovrebbe farci stare in allerta, vista l'ingente quantità di "teorici" che negli ultimi tempi hanno sfornato migliaia di comunità differenti e militanti l'una contro l'altra. Scusate il sermone, ma è un modo per presentarmi, ed è il mio modo di esprimere chi sono e cosa penso
    A presto

  6. #6
    Ciao SeventyTimes, si credo proprio di essere io :-P anche se ora sono completamente diversa!
    Se non sono troppo curiosa, potrei sapere in che cosa le tue idee differiscono da quelle di Magazzinho?

  7. #7
    Ciao Seventy, aprofitto di alcune cose che hai scritto per ribadire dei concetti:

    Tutti noi dobbiamo imparare l'umiltà.

    L'uomo non è mai stato perfetto e nemmeno la chiesa apostolica lo era e nemmeno gli apostoli!. Nella chiesa gli apostoli non facevano altro che scrivere lettere per rinvigorire la fede e dirizzarla nelle dottrine. Se ci si aspetta di trovare la perfezione di Dio nell'istituzione umana dove ogni persona singolarmente ha i suoi limiti di comprensione un suo particolare livello di conoscenza delle cose, chi più chi meno, così come c'è chi semina e raccoglie chi il 10, chi il 30, il 60 etc allora si cerca la comunità sbagliata. Quindi il fatto è: la data comunità ha la dottrina corretta, dispetto le debolezze dei suoi aderenti, pastori compresi, o no, o in parte? E poi tutta la conoscenza dottrinale che si può avere, è utile se poi non si riesce a vivere nel quotidiano cristianamente? No, non si è salvi per conoscenza dottrinale, Dio legge la purezza dei cuori e nel pratico spesso c'è più da imparare da chi non conosce nulla dottrinalmente ma vive la semplicità del vangelo. Non si è salvi nemmeno per denominazione..ma allora perchè Gesù ha la Sua chiesa, con Apostoli e i preposti dagli apostoli? Qual'è la funzione della chiesa? Al tempo stesso degli apostoli sorsero tante comunità e chiese cristiane con dottrine corrotte, le lettere degli apostoli rizzavano la via e ammonivano i comportamenti degli aderenti... quindi abbiamo una sola dottrina ma tanti comportamenti e usi e pratiche che stonano con ciò che Dio vuole. Le mille denominazioni di oggi sono figlie di differenze dottrinali sia per l'adozione di testi corrotti, sia per l'incrostazione di dottrine misteriche assorbite nel tempo e delle quali non ci si è liberati, quindi dottrinalmente c'è una sola chiesa di Dio ma non tutti coloro che vi partecipano per questo motivo preciso hanno la salvezza. Sbaglio o Israele era il popolo eletto e l'errore che fecero molti era quello di pensare di essere salvi per sangue, per appartenenza alla comunità e non riconobbero poi il messia? Esiste oggi come esisteva allora la casa di Dio fisica, terrena custode, baluardo della verità in un mondo che remava contro, ma prima di tutto Dio dev'essere nei cuori delle persone; vi erano infatti pagani che furono salvati perchè credettero in semplicità!
    I rabbini che "conoscevano" la dottrina non riconobbero il Messia perchè non cercavano la verità, persone umili e semplici che magari non sapevano nemmeno leggere si..magari queste partecipavano a culti corrotti, ma avevano compreso la semplicità del carattere di Dio..
    Quindi quando dici: "si può perdere Dio per seguire una dottrina che ci fa stare in una comunità.." cosa intendi? il problema qual'è? La salvezza è per grazia attraverso la fede in Gesù solo, - unica via - che porta al pentimento, ravvedimento e buone opere, e se hai compreso questo, se ami Dio con tutto il cuore e con tutto te stesso, e ami il prossimo come te stesso indipendentemente dalla denominazione o meno, come puoi perdere Dio perchè decidi di stare o meno in una data comunità? Più uno ha voglia di verità e la cerca, più conoscenza Dio dispensa in mille modi.. facendoti conoscere persone che ti insegnano, dandoti comprensione nella lettura etc e questo ti porta a valutare il panorama e fare scelte più ponderate. Non è come detto sopra l'appartenenza alla comunità che salva, ed il fatto che nella comunità ci siano delle anomalie rispetto a ciò che le Scritture suggeriscono.. è esattamente quello che ci si deve aspettare, così come il popolo di Israele era dalla dura cervice.. quello è il popolo di Dio - imperfetto, la perfezione arriverà al Suo ritorno, oggi la chiesa cristiana non c'è l'ha, solo Dio è perfetto e la Sua parola.
    Il problema sorge quando si ha la dottrina corrotta... il problema è un altro. Dio affronta il problema nella sua totalità dall'inizio alla fine, le persone guardano spesso il quadro a loro contemporaneo, ma Satana non vive 120 anni e anche lui programma a lungo termine. Una comunità che ha incorporate false dottrine o se ne libera o quelle false dottrine moltiplicheranno altre false dottrine che andranno a erodere le altre dottrine sane... i semi di falsità pian piano germogliano e danno i loro frutti e oggi magari il peso di tali dottrine errate non è evidente, ma fra due generazioni si avranno storture più grandi che oggi mai accetterebbero gli aderenti, domani invece dalle successive generazioni verrebbero viste come normali... i semi hanno dato il frutto! E ci sono semi che toccano direttamente la conoscenza della via della salvezza e altri che toccano, l'adorazione di Dio e così via e la loro gravità emerge quando vengono INCORPORATE nell'insegnamento, nella struttura della dottrina. Guarda tutte quelle denominazioni un tempo protestanti che ora sono ritornate a Roma e che riconoscono la superiorità apostolica del papa, distorcendo la Parola e omettendo di insegnare le profezie per come sono, guarda le comunità che negano la divinità di Gesù.. Come ci sono arrivate? Perchè avevano in sè semi di dottrine che hanno germogliato nel tempo di alcune generazioni.
    Sicuramente Seventy queste cose le sai.
    Così hanno guidato le comunità cristiane nelle sabbie mobili, dove ribadisco non sono perse perchè aderiscono a tali comunità (ogniuno la vive a modo suo e ha la sua visione delle cose ed un suo rapporto con Dio e gli altri in qualsiasi comunità) ma sono in pericolo, questo si, e devono uscire da lì..Dio chiama ad uscire dal falso sistema di adorazione.. uscire per andare dove.. nell'oblio? nel fai da te? No nel Suo sistema nella Sua casa, nella Sua chiesa - che ha la buona dottrina ma la cui comunità è misera e testarda e patetica come lo era al tempo del popolo eletto - ed il messaggio che porta è quello che troviamo nell'Apocalisse: uscite dalla Babilonia (spirituale)! E nel forum analizziamo le dottrine misteriche le corruzioni dottrinali importanti ed ogniuno trae le sue conclusioni.. per me la Bibbia è il dogma per eccellenza... è la Verità!
    La dotrina biblica la si comprende pienamente nella vita pratica di tutti i giorni; la teologia fine a se stessa mina la personale umiltà portando a credere di essere superiori agli altri.. ma gli ultimi dice Dio saranno i primi... quindi c'è più da imparare di Gesù nell'apprezzare il gesto di un "pagano" che adora una statua ma che ti aiuta in un momento di bisogno di cuore, che da un "cristiano" che ti giudica perchè hai un tatuaggio o perchè la tua comunità "spezza il pane" non tutti i giorni, o perchè quello ha l'albero di natale in casa etc... per il fine di dimostrare che conosce meglio le Scritture... bisogna discernere.
    Se la dottrina di una comunità quindi è giusta e alcune pratiche dei suoi aderenti sbagliate, si deve aiutare gli altri a capire con amore, pazienza e Bibbia alla mano, senza presunzione e senza cercare di convincere per forza, ogniuno ha capacità di conoscere differente, ma c'è sempre da imparare da tutti. Per fare questo bisogna conoscere a fondo le Scritture, gli insegnamenti e viverli nel pratico. Chi cerca la verità col cuore ci arriva, e più si chiede verità più viene dispensata.. Nè io ne tu possiamo trasferire la nostra conoscenza via cavo agli altri. Dio dice che convincerà il mondo di peccato.. quindi agisce.. ci pensa Lui dove noi non arriviamo, direttamente o con altre persone, o altre circostanze nella Sua volontà
    Bentornato

  8. #8
    Benvenuto Seventy ,
    il tuo post mi riporta spontaneamente a 2Timoteo 3:16-17 Tutta la scrittura ......
    la Bibbia personalmente assomiglia ad un grande puzzle dove se hai calma e pazienza tutto coicide alla perfezione,fortunato chi la legge come noi

  9. #9
    Grazie a tutti per il benvenuto, tutti non vedono l'ora di ricominciare e speriamo che piano piano ritornino tutti i vecchi frequentatori del forum e nuovi altri

  10. #10
    Ho spostato i commenti off topic nella sezione off topic fino alla creazione dell'apposita sezione di discussione

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •